Vuoi leggere la recensione di “Vecchie conoscenze” di Antonio Manzini? “Vecchie conoscenze” di Antonio Manzini leggi la recensione

“Vecchie conoscenze” di Antonio Manzini leggi la recensione

Titolo: Vecchie conoscenze
Autore: Antonio Manzini
Genere: narrativa
Editore: Sellerio editore
Pagine: 416
Prezzo: Euro 15
Prezzo E-book: 9,99

Trama: È morta nel suo appartamento Sofia Martinet, colpita alla testa con un oggetto pesante. Mentre Rocco Schiavone porta avanti una nuova inchiesta, alcuni ritorni dal passato scuotono emotivamente il vicequestore, che si sorprende quasi quasi a pentirsi della propria scorza di durezza. Forse perché aleggia dappertutto un’invitante allusione alla forza emancipatrice dell’amore. Amore di qualunque tipo.

“Vecchie conoscenze” è l’ultimo romanzo di Antonio Manzini con protagonista il vice questore Rocco Schiavone. In questo libro troviamo un protagonista sempre più disamorato della vita e del lavoro. Più volte la moglie Marina, nei loro bellissimi dialoghi, lo esorta a lasciare tutto per tornare a vivere.

Tutto questo cambiamento, comunque, non riguarda solo Schiavone, ma anche la sua squadra. D’intino è ancora nella lista nera del vice questore, Italo è ricaduto nel gioco d’azzardo e ormai non riesce più a rispettare il suo lavoro e sé stesso. Ma profondi cambiamenti li ha anche Deruta e le sue vicende vengono seguite con maggiore partecipazione, anche dallo stesso Schiavone. Sempre con i suoi modi burberi riesce, però, ad aiutarlo. E questo rapporto è l’unico positivo insieme alla bella amicizia tra Schiavone e il giovane Gabriele.

Le giornate ad Aosta procedono dunque passivamente, Schiavone lavora si, ma senza troppo coinvolgimento. Ma quello che arriverà da Roma sarà il vero colpo di grazia per il vice questore. Manzini in questo romanzo diventa crudele con il suo personaggio, non gli lascia uno spiraglio positivo. Il passato gli presenta il conto ed è spiazzante e salatissimo.

Lo stile di Manzini è asciutto e diretto. Complice anche la serie tv della Rai, il lettore riesce a entrare subito nella storia e, per certi versi, sa già cosa aspettarsi. Come Schiavone anche il lettore resterà spiazzato dalla rivelazione finale. Un amaro in bocca, anzi un vero pugno allo stomaco che è difficile da metabolizzare.

“Vecchie conoscenze” è sicuramente il più cupo e duro tra i romanzi con protagonista Schiavone. Il vice questore è stanco di tutto e di tutti, ogni cosa diventa ‘una rottura di c…’ di altissimo livello. Ma ora viene da chiedersi: come reagirà Rocco Schiavone a questo pugno in faccia arrivato dal passato?

Barbara Piergentili
(account Instagram: letture_barbariche)

“HAP E LEONARD 2: BAD CHILI. RUMBLE TUMBLE. CAPITANI OLTRAGGIOSI” DI JOE R LANSDALE LEGGI LA RECENSIONE