Vuoi leggere la recensione di “Un uomo a pezzi” di Francesco Muzzopappa leggi la recensione? “Un uomo a pezzi” di Francesco Muzzopappa leggi la recensione

“Un uomo a pezzi” di Francesco Muzzopappa leggi la recensione

Titolo: Un uomo a pezzi
Autore: Francesco Muzzopappa
Genere: narrativa
Editore: Fazi Editore
Pagine: 160
Prezzo: Euro 15
Prezzo E-book: 7,99

Trama: Se si è nati al Sud, quanto coraggio occorre per tornare a casa durante le vacanze? Come ci si procura del caffè decente quando si è all’estero? È possibile uscire vittoriosi dopo l’immancabile chiamata di un call-center? Cresciuto in Puglia, dove ogni anno la famiglia metteva in piedi un’efficiente catena di montaggio per preparare pentoloni di salsa fatta in casa.

Il narratore si è fatto strada in mezzo a idraulici maschilisti e coinquilini di ogni tipo per approdare infine a Milano. Una moderna metropoli in cui la vita è scandita da hair stylist e frigoriferi vuoti, dove per sopravvivere occorre tener testa alla sarta cinese del quartiere ed evitare di finire schiacciati dalla libreria storta ma chic raccattata al mercatino dell’usato.

“Un uomo a pezzi ” è una raccolta di racconti, uno più divertente dell’altro. In ogni storia è sempre presente la vena ottimistica e scanzonata di Muzzopappa. Lo scrittore, infatti, ha la capacità di saper scrivere e intrattenere il lettore con poche parole, con un linguaggio diretto e scorrevole. E ognuno può ritrovarsi in questi racconti.

In alcuni, quello sulla salsa su tutti, è impossibile trattenere le risate e viene spontaneo dover leggerne una parte a chi si ha vicino. Piacevolissimo anche il racconto sulla libreria storta. Muzzopappa anche quando parla d’amore riesce a far sorridere. Ma il punto più alto lo raggiunge con il racconto “Come montare un tagadà”.

Anche qui è sempre presente il suo umorismo pungente, il sapersi prendere in giro. Ma c’è anche tanta malinconia e poesia nel ricordare la sua adolescenza. E proprio in questo racconto che si nota l’ottima capacità di scrittura di Muzzopappa: non è mai banale e riesce a toccare le corde dei ricordi di ognuno di noi.

“Un uomo a pezzi” è una divertentissima raccolta di racconti che racchiude lo scrittore e l’uomo Muzzopappa, che conferma la sua originalità nel mondo degli scrittori italiani. Per chi già lo conosce è un ulteriore modo per apprezzarlo. Chi, invece, per la prima volta si trova tra le mani un suo libro, avrà voglia di recuperare gli altri.

Barbara Piergentili
(account Instagram: letture_barbariche)

“SOLO DIO E’ INNOCENTE” DI MICHELE NAVARRA LEGGI LA RECENSIONE