Vuoi leggere la recensione di “Solo Dio è innocente” di Michele Navarra leggi la recensione? “Solo Dio è innocente” di Michele Navarra leggi la recensione

“Solo Dio è innocente” di Michele Navarra leggi la recensione

Titolo: Solo Dio è innocente
Autore: Michele Navarra
Genere: legal thriller
Editore: Fazi Editore
Pagine: 250
Prezzo: Euro 16
Prezzo E-book: 7,99

Trama: Nella Sardegna profonda, tra le alture della Barbagia, l’omicidio a sangue freddo di un quindicenne riapre vecchie ferite. La faida implacabile che oppone da sempre due famiglie rivali sembra non risparmiare proprio nessuno. Il principale sospettato del delitto, Mario Serra, ha già alle spalle una lunga storia di crudeltà e di sangue, forse troppo per poter credere che vi sia ancora un briciolo di umanità in lui.

Questo è il dubbio che tormenta l’avvocato incaricato della sua difesa, Alessandro Gordiani, che, dal suo studio di Roma, parte per l’isola in vista di un processo che minerà le sue convinzioni sulla natura umana e sulla giustizia, che non sempre coincide con il giudizio espresso in tribunale. Costretto a immergersi in una società antiquata e omertosa, Gordiani si sposterà tra Roma e la Sardegna per prepararsi, anche emotivamente, a un complicato processo penale.

Con “Solo Dio è innocente” Navarra ci porta in un piccolo paese della Sardegna (Fonni), in un ambiente semplice, ma dove l’onore e il rispetto la fanno da padrone. Infatti, è ancora ‘in uso’ il codice barbaricino: la vendetta dopo un torto subito. Sin da subito il lettore si trova di fronte alla rivalità tra le famiglie Rutzu e Serra. Tutti sanno tutto, ma nessuno parla, eppure la morte del giovane Gregorio cambierà il corso della storia.

In questo legal thriller il lettore si trova davanti ad una storia asciutta e senza fronzoli, proprio come il lavoro di un avvocato. Infatti Gordiani inizia subito a lavorare per il suo assistito, ma non è un legale freddo e distaccato, ha anche lui un suo codice.

Navarra coinvolge il lettore nella storia, che non è un semplice thriller, ma è un vero tuffo nella procedura penale e nelle singole fasi di un processo. Il tutto usando un linguaggio si tecnico, ma mai incomprensibile e proprio per questo il lettore non può che divorare le pagine per arrivare alla conclusione del caso.

“Solo Dio è innocente” è un ottimo legal thriller. Navarra non abusa mai delle immagini splatter, anzi le scene più ‘forti’ servono al racconto e all’avvocato Gordiani per arrivare alla verità. I singoli personaggi sono ben costruiti e funzionali alla storia. E’ un libro che verrà molto apprezzato dagli appassionati del genere, ma sarà anche una piacevolissima lettura per chi vorrà addentrarsi per la prima volta in un bel thriller.

Barbara Piergentili
(account Instagram: letture_barbariche)

“NOI” DI PAOLO DI STEFANO LEGGI LA RECENSIONE