Vuoi leggere la recensione di “Ninfee Nere” di Michel Bussi leggi la recensione? “Ninfee Nere” di Michel Bussi leggi la recensione

“Ninfee Nere” di Michel Bussi leggi la recensione

Titolo: Ninfee Nere
Autore: Michel Bussi
Genere: Giallo
Editore: Edizioni e/o
Pagine: 400
Prezzo: Euro 16,00
Prezzo e-book: Euro 11,99

Trama: A Giverny in Normandia, il villaggio dove ha vissuto e dipinto il grande pittore impressionista Claude Monet, una serie di omicidi rompe la calma della località turistica. L’indagine dell’ispettore Sérénac ci conduce a contatto con tre donne. La prima, Fanette, ha 11 anni ed è appassionata di pittura. La seconda, Stéphanie, è la seducente maestra del villaggio, mentre la terza è una vecchia acida che spia i segreti dei suoi concittadini da una torre. Al centro della storia una passione devastante attorno alla quale girano le tele rubate o perse di Monet. Rubate o perse come le illusioni quando passato e presente si confondono e giovinezza e morte sfidano il tempo.

“Ninfee Nere” è un giallo di Michel Bussi che ha ricevuto moltissimi premi, senza dubbio meritati. Ambientato a Giverny, località nota soprattutto per il pittore Claude Monet, all’inizio sembra un classico giallo, in cui la polizia brancola nel buio e uno dei protagonisti manovra il tutto. Il lettore viene introdotto molto lentamente nella storia, ogni tanto vengono date delle informazioni. Ma per quasi tutta la prima parte il racconto è molto incentrato sulle storie dei vari protagonisti.

La voce narrante è quella della più vecchia del villaggio che dice e non dice, cercando di stimolare il lettore ad andare avanti e cercare di scoprire il colpevole. Con una lettura molto attenta si può arrivare a capire chi ha commesso il crimine, ma il punto di forza del libro è proprio l’intreccio e tutto il racconto. Il classico colpo di teatro che spiazza il lettore. E se fino a quel momento per alcuni è stata una lettura un po’ noiosa il finale è talmente coinvolgente che verrà apprezzato ancora di più.

Michel Bussi in questo suo libro non racconta soltanto un giallo, ma porta il lettore per mano nell’ambiente dell’impressionismo partendo da Claude Monet. Tutto gira intorno al grande pittore, come se tutto avesse un inizio e una fine solo ed esclusivamente lì a Giverny. Molto piacevole anche la scelta di raccontare la storia dai diversi punti di vista dei vari personaggi.

“Ninfee Nere” di Michel Bussi, pur essendo un libro uscito diversi anni fa continua ad avere un ottimo riscontro tra gli amanti del genere. Senza dubbio l’ottima capacità di scrittura di Bussi e la trama geniale dà quella spinta in più a questo giallo tra i tanti dello scrittore francese. Da leggere assolutamente.

Barbara Piergentili

“L’INCUBO DI HILL HOUSE” DI SHIRLEY JACKSON LEGGI LA RECENSIONE