Vuoi leggere la recensione di “L’incubo di Hill House” di Shirley Jackson? “L’incubo di Hill House” di Shirley Jackson leggi la recensione

“L’incubo di Hill House” di Shirley Jackson leggi la recensione

Titolo: L’incubo di Hill House
Autore: Shirley Jackson
Genere: Gotico
Editore: Adelphi
Pagine: 233
Prezzo: Euro 12,00
Prezzo e-book: Euro 6,99

Trama: Eleanor Vance, giovane e tormentata donna che non ricorda di essere mai stata felice in tutta la sua vita, viene contattata dal professor Montague, aspirante cacciatore di fantasmi, per un soggiorno sperimentale a Hill House. Giunta a destinazione, Eleanor si trova davanti una casa che sembra aver preso forma da sola, assemblandosi in quel suo possente schema indipendentemente dai muratori. . 

“L’incubo di Hill House” è un romanzo del 1959 di Shirley Jackson che ha fatto scuola nel genere gotico. Bisogna senza dubbio tenere sempre a mente la data, perchè per un lettore di oggi abituato a un altro tipo di romanzo gotico questo potrebbe non entusiasmare. In tutte le pagine vi è sempre quell’atmosfera di malessere, nel corso della lettura anche i dialoghi non sono messi lì a caso. Ogni singola parola ha un suo ruolo.

I personaggi della Jackson, e su tutti Eleonor Vance, non sono assolutamente simpatici, ognuno con le sue stranezze. Anche la protagonista, descritta con più accuratezza, difficilmente riesce ad avere dalla sua parte il lettore. Il punto di forza di tutto il libro è l’accuratezza con cui è descritta la casa (vera e propria protagonista), che sin dalle prime pagine chi legge riesce a immaginarsi quest’imponente dimora.

Il tema della casa infestata è molto usato, se non abusato, nella letteratura, ma ne “L’incubo di Hill House” viene utilizzato per raggiungere un altro risultato. Non si vuole spaventare il lettore con fantasmi o altro. L’intento della scrittrice è quello di mettere in risalto come la fragilità di una persona come Eleonor in un ambiente del genere non può che sfociare nella follia.

“L’incubo di Hill House” di Shirley Jackson è un classico della letteratura gotica e per gli amanti del genere è quasi un obbligo leggerlo. E’ molto probabile, tuttavia, che qualche lettore possa rimanere deluso. Perchè non è un romanzo veloce dove succedono tanti avvenimenti, anzi è l’esatto contrario: succede veramente poco di paranormale. Ma dal punto di vista psicologico scatena una vera bufera.

Barbara Piergentili

“IL CASO LEON SADORSKI” DI ROMAIN SLOCOMBE LEGGI LA RECENSIONE