Vuoi leggere la recensione de “The House of Secrets” di Brad Meltzer e Tod Goldberg? “The House of Secrets” di Brad Meltzer e Tod Goldberg leggi la recensione

“The House of Secrets” di Brad Meltzer e Tod Goldberg leggi la recensione

Titolo: The House of Secrets
Autore: Brad Meltzer e Tod Goldberg
Genere: thriller
Editore: Fazi editore
Pagine: 392
Prezzo: Euro 15
Prezzo e-book: Euro 7,99

Trama: Jack Nash, celebre conduttore di The House of Secrets, un programma televisivo su complotti e segreti, ha sempre detto alla figlia che i misteri devono essere risolti. Da bambina, Hazel adorava ascoltare i racconti del padre, soprattutto quello su una Bibbia appartenuta a Benedict Arnold, rinvenuta nel petto di un cadavere. Quando, molti anni dopo, padre e figlia rimangono coinvolti in un incidente, lui muore sul colpo e lei viene colta da un’amnesia che le impedisce di riportare alla mente ricordi legati a emozioni intense. Proprio adesso che gli insegnamenti del padre le servirebbero.

Un agente dell’FBI, Trevor Rabkin, si presenta in ospedale facendole strane domande su suo padre. Una volta tornata a casa, cercando di riconnettere i tasselli della propria identità. Hazel scopre dettagli della propria vita di cui non ha alcuna memoria e che le fanno nutrire sempre più dubbi su chi sia veramente. Cosa ha fatto in tutti quegli anni? Perché ha viaggiato per il mondo ripercorrendo i luoghi di alcune puntate di The House of Secrets? La ragazza si rende conto che le cose sono molto più complicate di quanto sembrino.

“The House of Secrets” è un romanzo scritto a quattro mani da Brad Meltzer e Tod Goldberg, tutto incentrato sulle vicende di Hazel Nash e sui tanti segreti nascosti. Il libro è ricchissimo di flashback, che aiutano ancora di più il lettore a capire le vicende raccontate. Ma la capacità dei due scrittori è quella di sapersi fermare al momento giusto, con capitoli molto brevi che non appesantiscono la lettura.

Hazel Nash nel corso del romanzo riacquista parzialmente la memoria e anche il lettore si trova a provare le sue stesse emozioni e paure. Tutto viene messo in discussione, ogni singolo personaggio ha un lato oscuro, che viene sapientemente descritto con poche e criptiche parole. Fino alla fine non si sa chi è dalla parte dei buoni e chi da quella dei cattivi, ma è anche vero che non è questo che si vuole raccontare.

Durante la lettura, difficilmente il lettore riesce a capire in anticipo quello che accadrà, grazie alla scrittura molto avvincente e per niente noiosa. E proprio grazie alla brevità dei capitoli è difficile smettere di leggere, si ha il desiderio di scoprire cosa accadrà nella pagina successiva. Una parte molto importante della storia è il profondo disagio di Hazel, perchè per la ragazza non è importante solo scoprire la verità. Ma soprattutto ritrovare una sua dimensione nella vita e questo suo desiderio coinvolgerà fino alla fine il lettore.

“The house of secrets” è un buonissimo thriller dove nulla è dato per scontato, ricchissimo di colpi di scena. E’ vero: ci sono i servizi segreti, tanti morti e traffici internazionali poco leciti. Ma tutto è reso in modo tutt’altro che banale, grazie alla bravura di Meltzer che in questa occasione ha avuto un ottimo aiuto da Tod Goldberg. E Il lettore amante del thriller non rimarrà deluso.

Barbara Piergentili

“TUFF E LA SUA BANDA” DI PAUL BEATTY LEGGI LA RECENSIONE