Vuoi leggere la recensione di “Gridalo” di Roberto Saviano? “Gridalo” di Roberto Saviano leggi la recensione

“Gridalo” di Roberto Saviano leggi la recensione

Titolo: Gridalo
Autore: Roberto Saviano
Genere: saggio
Editore: Bompiani
Pagine: 544
Prezzo: Euro 22
Prezzo E-book: 14,99

Trama: Un uomo si ferma di fronte alla scuola che ha frequentato a sedici anni e vede uscire il ragazzo che è stato, quello che ancora ha un futuro tutto da immaginare. L’uomo sa che quel ragazzo è solo, e il suo cammino non sarà facile. Vorrebbe poterlo aiutare, ma non gli è concesso. Può però radunare intorno a lui dei compagni di viaggio che lo guidino, che lo facciano sentire meno solo, perché i nostri destini individuali compongono, insieme, l’unica grande avventura della storia umana.

Ipazia, Giordano Bruno, Anna Achmatova, Robert Capa, Jean Seberg, Martin Luther King, Francesca Cabrini sono solo alcuni di questi compagni, ma ci sono anche personaggi sorprendenti come Hulk Hogan, Joseph Goebbels, George Floyd, due giovani italiani costretti a emigrare…Questo libro è una mappa fatta di storie, che non vogliono insegnarci niente, tanto meno a non sbagliare. Ma una cosa la pretendono: aprirci gli occhi.

“Gridalo” è il nuovo libro di Roberto Saviano, che si discosta molto dai precedenti lavori. Infatti non è un’inchiesta, né un romanzo di denuncia. Ma una vera e propria indagine sui meccanismi della censura, con la conseguente manipolazione, e sulla propaganda. Tutte le storie presenti sono riconducibili alla comunicazione.

Tutti i vari protagonisti delle storie riportate da Saviano sono stati fagocitati dalla comunicazione. Sono tutti esempi di donne e uomini che hanno pagato con la vita il desiderio e il bisogno di dare forza alla verità. Pur sapendo di rischiare hanno GRIDATO, ognuno a suo modo e con i proprio mezzi.

Roberto Saviano è bravissimo nel raccontare le vicende più dure e angoscianti, e il lettore non può fare a meno di andare avanti. Pur sapendo che arriverà un pugno allo stomaco, come nel racconto: “The tag writer”. Leggendo la storia del piccolo Alàa il lettore sa che accadrà, anzi è accaduto, qualcosa di terrificante, ma deve andare avanti, perché “GRIDALO QUANDO IMBAVAGLIANO I BAMBINI”.

Il nuovo libro di Saviano racconta storie che restano dentro e invogliano a saperne ancora di più. E’ utilissima, infatti, la bibliografia presente al termine di ogni vicenda per poter approfondire. Un lavoro veramente accurato.

“Gridalo” è un libro che va letto assolutamente, anche solo per rendere omaggio a tutte le vittime dell’oppressione, della discriminazione e dell’ignoranza. Saviano ha dimostrato, ancora una volta, quanto sia importante non abbassare la testa e nascondersi.

Barbara Piergentili
(account Instagram: letture_barbariche)

“CERCANDO BEETHOVEN” DI SAVERIO SIMONELLI LEGGI LA RECENSIONE