Vuoi leggere la recensione di “Eugenia” di Lionel Duroy leggi la recensione? “Eugenia” di Lionel Duroy leggi la recensione

“Eugenia” di Lionel Duroy leggi la recensione

Titolo: Eugenia
Autore: Lionel Duroy
Genere: Narrativa
Editore: Fazi Editore
Pagine: 420
Prezzo: Euro 19
Prezzo e-book: Euro 9,99

Trama: Eugenia è cresciuta a Iasi, centro culturale cosmopolita e raffinato, dove però, così come nel resto della Romania degli anni Trenta, gli ebrei iniziano a essere malvisti. Lo stesso accade nella famiglia di questa giovane studentessa di Lettere: sia i genitori che il fratello maggiore di Eugenia si lasciano contagiare dai pregiudizi razziali. Quando lo scrittore ebreo Mihail Sebastian, invitato per una conferenza all’università, viene violentemente aggredito da alcuni militanti di estrema destra, soltanto la ragazza si schiera in sua difesa.

Colpita da un’improvvisa presa di coscienza, che le apre gli occhi di fronte al pericoloso espandersi dell’odio razziale, si trasferisce a Bucarest, dove ritrova Mihail e finisce per innamorarsene. Mentre il malinconico scrittore, impegnato a confrontarsi con il suo ruolo di intellettuale nel contesto dell’antisemitismo crescente, è esposto a rischi sempre maggiori. Eugenia è determinata a opporsi alla barbarie e a difendere i suoi ideali di libertà. Cercando di sopravvivere in un paese sconvolto dalla guerra arriverà a comprendere che l’unico modo per combattere il male è ricercarne l’origine.

“Eugenia” di Lionel Duroy è un romanzo storico molto dettagliato sulle vicende della Romania al tempo della Seconda Guerra Mondiale. Ma lo scrittore oltre a raccontare quello che è realmente accaduto, ha scelto di parlare di Eugenia. Duroy ha creato questa bellissima protagonista: una ragazza molto giovane, ma veramente tanto coraggiosa.

Eugenia racconta tutto quello che è accaduto durante il secondo conflitto mondiale nella sua Romania: soprattutto incentrando il racconto su quello che è accaduto agli ebrei romeni. Grazie alla giovane donna il lettore entra nell’ambiente culturale e intellettuale dell’epoca e li conosce tramite gli occhi di Eugenia. Su tutti Mihail Sebastian, uno scrittore ebreo, del quale si innamora perdutamente e farà di tutto per salvarlo dalla violenza inaudita del resto del mondo.

Duroy non si è limitato a raccontare le vicende della giovane Eugenia, inserendola nel contesto storico, ma ha cercato di coinvolgere il lettore a prendere una posizione a pensare. E’ veramente impossibile rimanere distaccati o non provare rabbia leggendo le pagine di questo libro. Come la protagonista chi legge si pone le stesse domande e rimane spiazzato per la violenza e la crudeltà di cui è capace un uomo.

Lo stile di Duroy è molto scorrevole ed è impossibile staccarsi dal libro. Eugenia entra dentro al lettore e difficilmente lo lascerà andare, la sua voglia di scoprire l’origine del male è la stessa che ogni essere umano vorrebbe scoprire. Ma spesso è un lavoro difficile e ancora più duro da accettare. Sono passati tanti anni dalle vicende narrante nel libro, ma purtroppo molti dialoghi, molte idee sono quanto mai attuali. “Eugenia” di Lionel Duroy è un romanzo bello, puro ma allo stesso tempo cattivo e crudo. Da leggere per ricordare e per far aprire gli occhi perchè non accada di nuovo.

Barbara Piergentili

“FUGA DI MORTE” DI SHENG KEYI LEGGI LA RECENSIONE