Vuoi leggere la recensione di “Space Invaders” di Nona Fernández leggi la recensione? “Space Invaders” di Nona Fernández leggi la recensione leggi la recensione

“Space Invaders” di Nona Fernández leggi la recensione leggi la recensione

Titolo: Space Invaders
Autore: Nona Fernández
Genere: romanzo breve
Editore: Edicola Ediciones
Pagine: 96
Prezzo: Euro 10
Prezzo E-book: 3,99

Trama: Chi è la nuova alunna che siede silenziosa nell’ultima fila di banchi? Chi è la ragazzina che scrive lettere accorate? Chi è realmente Estrella González? Sono i personaggi di Space Invaders – i compagni di classe di Estrella – a rivelarci pagina dopo pagina la sua identità e la sua storia, in una sequenza di brevi e folgoranti scene, il cui montaggio scrupoloso sviluppa l’intero racconto.

“Space invaders” racconta la tragedia della dittatura cilena di Pinochet attraverso gli occhi e gli aneddoti dei bambini. Il pretesto per fare ciò è capire chi era la piccola Estrella Gonzalez. Della bambina non si sa nulla e saranno proprio i suoi compagni di scuola che cercheranno di farla conoscere.

L’11 settembre del 1973 è una data che il popolo cileno non potrà mai dimenticare: l’inizio della dittatura di Pinochet. Ogni regime totalitario viene vissuto in completa repressione, la popolazione non può fare molto e la soppressione è ancora più violenta. E un bambino come la vive e cosa percepisce?

La risposta arriva da questo romanzo breve di Nona Fernandez. I piccoli protagonisti vivono e subiscono la dittatura, ovviamente non capendo quello che succede. E questo rende il loro racconto quasi tutto un sogno: i fatti reali vengono si raccontanti, ma sono completamente amalgamati coi loro sogni. Le paure prendono il sopravvento e, tra un sogno e un incubo, il lettore viene a conoscenza delle atrocità della dittatura.

Il titolo di questo romanzo breve è un omaggio all’omonimo videogioco nato nel 1978 dove il giocatore non può fare altro che sparare per sconfiggere gli alieni. Lo stesso modo di affrontare la realtà sia da parte dei piccoli protagonisti, sia di tutta la popolazione cilena.

“Space invaders” è un piccolo gioiellino di poche pagine, ma in ognuna troviamo un carico di angoscia e piccole speranze, che aiutano a vivere sotto una dittatura. La Fernandez, infatti, ci fa conoscere uno spaccato di vita cilena. La storia del Cile non è molto nota, ma grazie ad artisti e scrittori, come Nona Fernandez, il lettore può approfondire e conoscere dall’interno tutto quello che è realmente accaduto.

Barbara Piergentili
(account Instagram: letture_barbariche)

“LA NOSTRA FOLLE, FURIOSA CITTA'” DI GUY GUNARATNE LEGGI LA RECENSIONE