Vuoi leggere la recensione di “Il peso del sangue” di Laura McHugh? “Il peso del sangue” di Laura McHugh leggi la recensione

“Il peso del sangue” di Laura McHugh leggi la recensione

Titolo: Il peso del sangue
Autore: Laura McHugh
Genere: thriller
Editore: Nua edizioni
Pagine: 400
Prezzo: Euro 16,50
Prezzo E-book: 5,99

Trama: Le radici della famiglia Dane sono ancora saldamente piantate nella cittadina di Henbane, nell’altopiano d’Ozark, ma questo non impedisce alla sedicenne Lucy Dane di essere trattata come un’estranea. Poi, quando una delle poche amiche di Lucy, Cheri, affetta da una forma di ritardo mentale, viene trovata morta, Lucy si sente perseguitata dalla scomparsa di quelle due ragazze perdute. Infatti, la madre che non ha mai conosciuto e l’amica che non è stata in grado di proteggere.

“Il peso del sangue” è un thriller scritto da Laura McHugh. Narra le vicende della giovane Lucy e del suo passato, pieno di mistero e omertà. Infatti, la sua famiglia, i Dane, è tra le più potenti della cittadina di Henbane e questo crea non pochi problemi e malumori nella giovane.

Tutta la storia viene raccontata parallelamente da due punti di vista differenti: quello di Lucy e quello di Lila. La scrittrice, tramite Lila, racconta il passato di Henbane e della famiglia Dane, mentre con Lucy narra tutto quello che le accade, nell’intento di scoprire cosa è successo alla sua amica Cheri e a sua madre.

La scrittura della McHugh è veramente coinvolgente e cattura l’attenzione del lettore, senza mai abbandonarlo. Il ruolo predominante nel libro lo ha la famiglia: tutto è vissuto e fatto per i propri cari. Il peso del sangue vuol dire proprio questo: ogni singolo gesto, ogni singola azione diventa un fardello con cui ogni componente è costretto convivere. Per tutto il racconto l’omertà è il punto d’incontro: tutto resta in famiglia, il mondo esterno non capisce e non deve sapere.

I racconti di Lila e Lucy ogni tanto vengono spezzati da brevi capitoli dove altri personaggi della storia ci raccontano un avvenimento che già conosciamo, mettendo in risalto il loro punto di vista. La bravura della scrittrice sta nella capacità di non far scemare l’attenzione del lettore con questi capitoli. Ma, anzi, arricchiscono ancora di più tutta la narrazione.

“Il peso del sangue” è un thriller psicologico particolare, non è assolutamente adrenalinico, anzi esattamente il contrario. Ma proprio questa sua ‘calma’ lo rende interessante e coinvolgente, ovviamente per chi è amante dei thriller mozzafiato non è certo la lettura adatta. Ma chi ama il lato più psicologico e intimo di questo genere ne rimarrà piacevolmente colpito.

Barbara Piergentili
(account Instagram: letture_barbariche)

“NESSUNA PAROLA DICE DI NOI” DI GAIA MANZINI LEGGI LA RECENSIONE