“Una famiglia vincente” scheda e recensioni del film

“Una famiglia vincente” scheda e recensioni del film

Distribuzione: Warner Bros

Genere: Drammatico
Anno: 2021
Regia: Reinaldo Marcus Green
Cast: Will Smith, Aunjanue Ellis, Saniyya Sidney, Demi Singleton, Tony Goldwyn, Jon Bernthal, Andy Bean, Kevin Dunn, Craig Tate
Durata: 144 minuti
Paese: USA
Voto (media ponderata): 2.5 (su 5)

La trama

Focus sulla carriera delle superstar del tennis, Venus e Serena Williams, e sul loro allenatore, il padre Richard Williams. Usando metodi non convenzionali e grazie a un’incrollabile e chiara visione del loro futuro, Richard è riuscito a plasmare due atlete. Atlete che hanno cambiato per sempre lo sport del tennis.

“Una famiglia vincente” scheda e recensioni del film – La recensione di ComingSoon.it

Un uomo con un obiettivo ben chiaro: far diventare le due figlie le migliori tenniste di sempre, o quasi. Richard Williams ha creato insieme alla moglie Serena e Venus le campionesse, con l’intento di farle diventare un esempio per una società più inclusiva, fino ai circoli più esclusivi di tennis, da sempre praticamente white only. Una storia vera, un successo di un personaggio eccentrico e come tale molto cinematografico che regala un personaggio su misura per Will Smith. Appassionante lo è, soprattutto grazie alle giovani ragazze che dimostrano talento e personalità.

Recensione di Mauro DonzelliVoto: 3 (su 5) – Leggi la recensione completa

“Una famiglia vincente” scheda e recensioni del film – La recensione di MyMovies.it

A carriera quasi conclusa, Venus e Serena Williams, le due tenniste più vincenti e probabilmente più forti di sempre, avvallano in qualità di produttrici esecutive una biografia. Che celebra il loro padre, padrone ed allenatore e ne esalta la figura di sognatore testardo. Un ritratto agiografico in cui la celebrazione del protagonista surclassa lo sport e le vere eroine della storia.

Recensione di Roberto Manassero. Voto: 2.5 (su 5)Leggi la recensione completa

La recensione di MoviePlayer.it

Rimane la sensazione di aver assistito all’ennesima storia americana di dedizione, sacrificio, abnegazione e riscatto. Il ritratto di Richard Williams spesso eccede nei toni celebrativi, mentre la parabola sportiva delle sorelle Williams finisce quasi in secondo piano. Va meglio quando prevale l’idea di voler raccontare la determinazione e l’ingenua caparbietà del sognatore. In quei passaggi il film riacquista un senso.

Recensione di Elisabetta Bartucca Voto: 2.5 (su 5) – Leggi la recensione completa

“SCREAM (2022)” SCHEDA E RECENSIONE DEL FILM