ULTIM’ORA – La Juventus non vuole pagare la clausola per Sarri al Chelsea trattativa a un passo dal naufragio

ULTIM’ORA – La Juventus non vuole pagare la clausola per Sarri al Chelsea trattativa a un passo dal naufragio

Come vi anticipavamo ieri, nella questione nuovo allenatore della Juventus non c’è proprio nulla di già fatto o deciso. A riprova di questo, sempre ieri, sono arrivate le parole del DS Paratici, che ha rinnovato a tutti l’invito alla calma. E soprattutto, arrivano delle ultime indiscrezioni da Londra che vanno proprio in questo senso. Una nostra fonte ci aveva assicurato che la Juventus voleva che fosse Sarri a fare il passo decisivo per liberarsi dal Chelsea. Ed è proprio così che stanno le cose. Tocca all’ex Napoli divincolarsi dalla morsa di Abramovic. Perché quest’ultimo non vuole privarsi di lui a costo zero e il mister non vuole rimetterci.

La Juventus potrebbe pagare la clausola di Maurizio Sarri al Chelsea ma, semplicemente, non vuole farlo

La novità di giornata, si fa per dire, nel senso che era già ben noto, è che nemmeno la Juventus ha intenzione di pagare la clausola di Sarri. Badate bene, perché la differenza è sostanziale, il club bianconero “non vuole pagare”, non è che non può. Anzi, i soldi ci sono, eccome. Ma quelli, eventualmente, verranno investiti per convincere il Manchester City a liberare Guardiola. Se Sarri vuole lasciare il Chelsea, ci assicura il nostro insider, dovrà fare tutto da solo. A dargli una mano c’è già Ramadani, però Agnelli su questo dossier non spenderà una parola. Sa che portare l’ex Napoli a Torino è già un bel rischio, anche e soprattutto per i problemi ambientali che comporterà. E’ un’eventualità che non lo spaventa, ma il trasferimento dovrà avvenire esclusivamente a costo zero.

ULTIM’ORA – La Juventus non vuole pagare la clausola per Sarri al Chelsea trattativa a un passo dal naufragio

Come dicevamo, Agnelli è pronto ad investire sia personalmente che, soprattutto economicamente, solo sulla pista Guardiola. Ci sta lavorando da mesi, in silenzio, smentendo qualsiasi indiscrezione in tal senso. La situazione è complessa e il buon esito dell’operazione non dipenderà solo dalla Juventus. Anzi, con più precisione, possiamo dire che non dipenderà affatto dal club bianconero. E’ Pep che deve decidersi a fare il passo decisivo per liberarsi dal Manchester City. La possibile penalizzazione in arrivo dall’UEFA per il club inglese non inciderà affatto sull’eventuale trasferimento.

Se Sarri vuole davvero andare alla Juventus dovrà giocare d’anticipo su Guardiola

E’ solo lo spagnolo a poter determinare questa situazione. Se comunicherà al suo attuale club la volontà di andare via, allora il City farà firmare un contratto a Pochettino. Altrimenti, allo stato attuale, i biancocelesti inglesi non hanno alcun interesse a privarsi del miglior allenatore al mondo. Del resto, chi mai licenzierebbe Guardiola senza motivo? Dunque, è tutto nelle mani di Pep. Così come tutto è nelle mani di Sarri, che dovrà ‘giocare d’anticipo’. Il tempo scorre e l’enorme pazienza della Juventus in questa situazione sta per esaurirsi. Se l’allenatore partenopeo vuole davvero trasferirsi a Torino, dovrà fare pressione su Abramovic per liberarsi gratis o, al limite, pagare di tasca sua una penale. I dirigenti bianconeri non hanno alcuna intenzione di intervenire in questa querelle. Anche a costo di far saltare tutto.

Il Calciomante