“Scompartimento n.6” scheda e recensioni del film

“Scompartimento n.6” scheda e recensioni del film

Distribuzione: Bim Distribuzione

Genere: Drammatico
Anno: 2021
Regia: Juho Kuosmanen
Cast: Seidi Haarla, Yuriy Borisov, Yuliya Aug, Lidia Kostina, Tomi Alatalo, Viktor Chuprov, Denis Pyanov, Polina Aug
Durata: 106 minuti
Paese: Cina
Voto (media ponderata): ♥♥♥1/2 (su 5)

La trama

Una ragazza finlandese si lascia alle spalle una storia d’amore a Mosca salendo su un treno diretto a Murmansk. Nel suo scompartimento, a condividere il lungo viaggio, c’è un minatore russo. L’inaspettato incontro con il giovane porterà entrambi a riflettere sulla loro vita e sul desiderio di un legame che entrambi provano.

“Scompartimento n.6” scheda e recensioni del film – La recensione di ComingSoon.it

Il regista Kuosmanen sta addosso ai suoi bravissimi protagonisti senza mai risultare troppo invadente, o scontato. Muove la camera lungo i corridoi e gli scompartimenti del treno assecondando gli stati d’animo di Laura e Ljuha. Ma è anche capace di inquadrare gli esterni – affascinanti, nella loro desolazione – con un gusto per l’inquadratura notevole, e la capacità di farti rifiatare. Forse.

Recensione di Federico GironiVoto: 4 (su 5) – Leggi la recensione completa

“Scompartimento n.6” scheda e recensioni del film di MyMovies.it

È un film nostalgico e pieno di attenzione verso i sentimenti umani, Compartment no.6. La nuova regia dell’autore de La vera storia di Olli Mäki ha un sapore analogico e rivolto al passato. Non soltanto in termini cronologici con una storia ambientata al tramonto degli anni novanta, ma grazie a una celebrazione dei suoi simboli che così tanto ci segnavano il modo di vivere. Il treno su tutti, ma anche i telefoni a gettoni, i walkman, la telecamera portatile.

Recensione di Tommaso Tocci. Voto: 3.5 (su 5)Leggi la recensione completa

La recensione di MoviePlayer.it

Si tratta di un’opera seconda finlandese che si serve di un treno in Russia per evocare decenni passati e parlare di rapporti umani con fare tipicamente nordico. Bravissimi i due protagonisti, calati in un contesto piacevolmente malinconico.

Recensione di Max Borg Voto: 4 (su 5) – Leggi la recensione completa

“ONE SECOND” SCHEDA E RECENSIONE DEL FILM