Roma Baldissoni risponde a Totti e il club valuta la denuncia

Roma Baldissoni risponde a Totti e il club valuta la denuncia

In un’intervista a Sky, Mauro Baldissoni, vicepresidente della Roma, risponde a Totti a nome della società. “Sul possibile ritorno di Totti con una nuova proprietà, il presidente Pallotta è stato chiaro più volte. La Roma non è in vendita, ed è bene che questo i mercati lo sappiano”. Il numero 2 del club giallorosso, in sostanza, si allinea al comunicato di ieri della società. Dicendo, però, anche altro. “La conferenza di Francesco di ieri lascia tanto dispiacere e amarezza. Perché è evidente che una sconfitta di tutti quando non si riesce a trattenere chi è un grandissimo patrimonio per la Roma”.

Baldissoni: “Pallotta è ambizioso e vuole primeggiare”

Quindi, Baldissoni prosegue nella sua disamina. “La Roma ha investito senza sosta e costantemente in questi anni. Collocandosi, secondo una recente statistica, al nono posto tra le società che hanno speso di più per l’acquisto di calciatori. E lo faremo ancora. Questa società continuerà ad impegnarsi per rendere sempre più competitiva la squadra. E inalmente vincere qualche trofeo. L’ultima è stata una annata negativa ma non può che essere una motivazione in più per migliorarsi. Pallotta è estremamente ambizioso, punta a primeggiare in campo sportivo”.

Roma Baldissoni risponde a Totti e il club valuta la denuncia

Poi, Baldissoni replica a Totti sulla presunta “deromanizzazione”. O, quantomeno, sull’intenzione di liberarsi di elementi come lui e Daniele De Rossi. Su questo punto, il vicepresidente giallorosso è molto diretto. “Non corrisponde al vero la volontà della proprietà americana di ‘deromanizzare’ il club. In questi 8 anni Totti ha avuto due contratti da giocatore e uno da dirigente”. Inoltre, interviene sul rifiuto dell’ex capitano al ruolo da direttore tecnico. “Siamo stati molto pazienti con lui. La società non ha mai avuto fretta d’imporre a Totti cose. Il primo anno era più difficile, doveva farsi un’idea e lo abbiamo aspettato con pazienza. A febbraio del secondo la società gli ha proposto un ruolo da direttore tecnico. E lui doveva dare una risposta. Siamo dispiaciuti”.

La Roma valuta di segnalare le dichiarazioni di Totti alla Consob

Insomma, la Roma risponde per le rime al durissimo attacco di Totti nella conferenza stampa d’addio. Prima col comunicato freddo e pungente di ieri, poi con le parole di Baldissoni di oggi. Non solo. La Roma sta valutando anche un’azione ancora più concreta. L’ex capitano, infatti, ha annunciato di voler “tornare con una nuova proprietà”. Nulla di male, se non fosse che ha anche esplicitato quali potrebbero essere i potenziali acquirenti. “Ho girato spesso vari paesi, soprattutto Emirati Arabi, Qatar, Kuwait. Ma finché non vedo nero su bianco non ci credo. Posso dire che la Roma è stimata in tutto il mondo e tutti la vorrebbero prendere”. Queste le parole dell’ex numero 10.

Le parole di Totti di ieri hanno fatto vivere una giornata movimentata al titolo in Borsa della Roma

Dichiarazioni, piuttosto esplicite, insomma, riferite ad una società quotata in borsa. C’è abbastanza materiale, dunque, per spingere la Roma a prendere in considerazione la possibilità di procedere con la Consob. Un’azione concreta per segnalare il comportamento del suo uomo simbolo per turbativa d’asta. La faccenda, a questo punto, rischia di finire a suon di carte bollate. C’è da considerare, infatti, che il titolo in Borsa della Roma, ieri, ha vissuto una giornata piuttosto movimentata. E’ avvenuta una grossa flessione, salvo poi chiudere in rialzio di 1,59%.

Francesco G. Balzano