Minibot Salvini e Di Maio si devono fermare o la nave Italia diventerà un barcone

Minibot Salvini e Di Maio si devono fermare o la nave Italia diventerà un barcone

Che cosa ci nasconde il Governo sui nostri conti pubblici? All’improvviso si comincia a parlare di mini bot, al momento da utilizzare per i rimborsi alle imprese da parte delle P.A. . I cui debiti ammonterebbero a circa novanta miliardi. Diciamo “per il momento” perchè se si comincia ad usare questo strumento per i rimborsi alle aziende private, non è detto che non si decida di utilizzarlo per altre usciti dello Stato. Come gli stipendi ai pubblici dipendenti e pensioni.

Minibot, ecco cosa sono…

Che cosa sono i mini bot? Intanto non sono soldi spendibili subito, ma obbligazioni. Cioè titoli con scadenza che vengono rimborsati dopo un lasso di tempo. Purché ci siano i soldi per rimborsarli. Potrebbero avere un mercato di scambio. Ma il loro valore sarebbe legato a valutazioni sull’andamento e sulla volatilità del mercato. E, con l’aria che tira, potrebbe solo sottostimarli a causa della probabile sfiducia di eventuali compratori. Tra l’altro, per essere appetibili avrebbero bisogno di un tasso di interesse vantaggioso per il compratore. Se si pensa di introdurli è perchè il Tesoro non ha abbastanza liquidità sui propri conti. Anzi, per la verità ne ha così poca che per sopravvivere è costretto a farseli prestare. Questo attraverso titoli a varie scadenze dagli investitori che però pretendono interessi sempre più alti. Facendo aumentare lo spread.

Borghi e la “cartolarizzazione dei crediti”

In una intervista Borghi, l’economista della Lega, per spiegare in cosa consisterebbe questa operazione dei mini bot, ha detto che sarebbe una specie di cartolarizzazione dei crediti. Quest’ultima è un’operazione finanziaria ignota alla stragrande maggioranza delle persone. Con la quale le aziende o lo Stato, incapaci di riscuotere i propri crediti, si affidano a Società Finanziarie (Società Veicolo). Queste comprano in blocco i crediti ad un prezzo di realizzo (ad esempio su un valore di 100 pagano 20) e provvedono a riscuoterli al posto del creditore.

Minibot Salvini e Di Maio si devono fermare o la nave Italia diventerà un barcone

Tale operazione non è a costo zero e viene fatta in situazioni di grave crisi. Inoltre, i crediti non riscossi vengono restituiti al creditore che o se li tiene sul groppone o fa un abbandono credito. E’ un’operazione quindi che si decide di fare quando si ha l’acqua alla gola. E’ questa la situazione dei conti italiani? Allora tutte le polemiche con l’Europa, le accuse ai poteri forti sono solo alibi? Se il Presidente della BCE, Draghi, boccia senza mezzi termini questa eventualità, il Governo dovrebbe prendere atto che è una strada da abbandonare subito. Invece alcuni economisti da strapazzo decidono di proseguire, mettendo ancora più a rischio la credibilità dell’Italia.

L’economia italiana è al tracollo per colpa di Quota 100 e Reddito di Cittadinanza

Tutto questo perchè in campagna elettorale è stato promesso di mandare in pensione anticipata persone che, beate loro, un posto di lavoro ce l’hanno. Mentre centinaia di migliaia di persone lo stanno perdendo. Oppure per pagare un reddito di cittadinanza che, contrariamente a quanto demagogicamente affermato, non è viatico per l’avviamento al lavoro, ma disincentivante. Come risulta dalla denuncia del Sindaco di Gabicce a Mare la mancanza di manodopera di giovani nel settore turistico. Solitamente, infatti, nel periodo estivo si trasferivano per lavorare. Questa è pura follia e qualcuno deve fermarli se non vogliamo andare a fondo come i barconi dei migranti.

Mario Balzano

IL PROFESSOR DI MAIO CONFONDE L’UNIONE EUROPEA COL MERCATO DELLE PULCI