Salvini fa il premier e gli altri Ministri si arrabbiano perché non accettano la realtà

Matteo Salvini è Presidente del Consiglio, Di Maio è il leader dell’opposizione e Conte non conta

Il Presidente del Consiglio, Matteo Salvini!!!, ha emanato una direttiva con la quale dichiara che i porti italiani sono chiusi. Avverte, inoltre, la Marina Militare e la Guardia di Finanza di attenersi a quanto stabilito in essa. La Ministra della Difesa e i Generali della Marina Militare e della Guardia di Finanza si sono irritati per questa “invasione di campo”. Di quello che credono sia il Ministro dell’Interno ma che ignorano che sia il Presidente del Consiglio effettivo. E’ lui che decide, non solo in materia di sicurezza, ma anche in economia, fisco, e su quant’altro possa portare voti in campagna elettorale.

Di Maio fa il leader dell’opposizione e chiede aiuto all’Europa

Di Maio, capo dell’opposizione… al Governo, cerca di contrastare l’alleato-nemico. Non più rifacendosi al contratto stipulato con la Lega, ma riprendendo i vecchi temi della campagna elettorale del M5S. Attestandosi, però, su posizioni centriste che galleggiano su tesi filoeuropee e pretendono il rispetto dei patti con la UE e la necessità di alleanza con la stessa. Per far fronte ai pericoli legati alla crisi libica e alla crisi economica del Paese.

Giuseppe Conte è un Presidente del Consiglio “nominale”

Solo che Di Maio non sa con chi dialogare nella UE, non avendo idea di chi possa essere possibile alleato del M5S. Il Presidente del Consiglio “nominale”, Giuseppe Conte, tiene contatti con tutti gli altri Paesi, i quali però non lo tengono in alcuna considerazione. Perché sanno che in qualsiasi momento potrebbe essere smentito dai Dioscuri sulle posizioni che va prospettando negli incontri che va tenendo con gli altri Stati. Si è preso anche una “tiratina d’orecchie” da parte del Presidente della Repubblica, perché continua a utilizzare la decretazione d’urgenza, che poi urgente non è. In quanto dopo aver fatto il decreto passano mesi senza che questo sia presentato alle Camere e senza metterne al corrente lo stesso Presidente della Repubblica.

Tria prima rassicurava l’UE. Ora, però, ha deciso di dire la verità

Il Ministro dell’Economia, Tria, aveva rassicurato la UE sulla bontà delle scelte in materia di politica economica del Governo. Scelte che avrebbero portato ad una crescita economica e ad una diminuzione del debito pubblico. Ora si sveglia e decide di dire la verità, ma è messo sotto accusa dai Dioscuri che minacciano di “dimetterlo”. Tutto questo senza che Giuseppe Conte, Presidente del Consiglio, faccia sentire la sua voce.

Crisi di Governo? Macché, è solo un teatrino in vista delle elezioni europee

Sembra una situazione politica molto delicata che potrebbe preludere ad una crisi di Governo per le posizioni inconciliabili prospettate. Tranquilli! Ci sono le elezioni europee e il teatrino è fatto ad hoc. Una volta scavallate le elezioni tutto tornerà come prima. Le poltrone conquistate vanno difese ad oltranza e ci sarà una risposta a tutte le problematiche che si prospettaranno, soprattutto in materia economica. Ci sarà l’inevitabile aumento delle tasse, il ridimensionamento dei servizi sociali, il blocco dei contratti pubblici, l’aumento della disoccupazione ecc.

Dopo le europee? Il Governo tornerà a sfornare decreti miracolosi per la gioia dei ‘social’

La colpa, lo sappiamo già, è di quelli che c’erano prima e della crisi internazionale. E poi il Governo approverà decreti miracolosi che avranno il potere di risolvere tutto. Non lo sapevate che i decreti risolvono tutto? I nostri attuali governanti ne fanno tanti con i relativi annunci che li accompagnano. Si fanno balli e canti e si affacciano al balcone.
La piazza è contenta, i social esultano e gli italiani sopravvivono. E’ tutto previsto.

Matteo Salvini è Presidente del Consiglio, Di Maio è il leader dell’opposizione e Conte… non conta

Mario Balzano