Marco Carta “Io arrestato Si ma sono innocente e non ho paura”

Marco Carta “Io arrestato Si ma sono innocente e non ho paura”

Quella vissuta da Marco Carta nei giorni scorsi, è senza alcun dubbio, una brutta avventura. Il cantante sardo, infatti, è finito in manette per furto aggravato. Secondo l’accusa, avrebbe rubato sei magliette in ‘Rinascente’, a Milano, per un valore complessivo di 1.200 euro. Per sua fortuna, le cose si sono risolte bene, perché il giudice per le indagini preliminari non ha convalidato l’arresto. La decisione è stata presa al termine della prima udienza del processo per direttissima. Il vincitore di “Amici” nel 2008 e “Sanremo” nel 2009, comunque, dovrà affrontare un processo a settembre.

Un vigilante e un commesso accusano Marco Carta

Le accuse a Marco Carta arrivano da un vigilante ed un commesso dello store. A loro dire, infatti, il ragazzo sardo sarebbe complice nel furto. Il cantante, sempre secondo la versione dei due, avrebbe agito in combutta con un’infermiera di 53 anni. Nella borsa della donna sarebbe stato trovato un cacciavite. Lo strumento col quale avrebbero tolto l’antitaccheggio dalle t-shirt. Il cantante, invece, si dichiara innocente e per far sapere agli italiani la sua verità, ieri sera, ha concesso un’intervista a Barbara D’Urso.

Marco Carta urla la sua innocenza dall’amica Barbara D’Urso

Marco Carta nutre profonda stima per la conduttrice partenopea e tra i due, nel corso degli anni, si è creato un bellissimo legame. L’artista sardo si fida ciecamente di lei e, dunque, si è confidato totalmente nel corso di questa bella intervista. Nel salottino di “Live non è la D’Urso, come dicevamo, il cantate urla la sua innocenza. “Un vecchio proverbio diceva: ‘male non fare, paura non avere’. Ho continuato a ripetermelo in attesa di vedere il magistrato. Ho fatto bene a ripetermelo e ad avere fiducia nella magistratura, che ha riconosciuto la mia totale estraneità ai fatti. Queste le sue prime dichiarazioni. Poi, prosegue così: “Sono molto scosso in questo momento”. Quindi, sottolinea: “Sono una persona onesta e certamente non rubo”. Il cantante spera che “la stampa e il web diano risalto alla notizia della mia estraneità al reato di furto aggravato. Quella stessa rilevanza che hanno dato all’arresto. In questi casi, quando sai di essere ingiustamente accusato, pensi alla tua famiglia e alle persone a te care. Quando leggono certe notizie, si allarmano e soffrono inutilmente. Vi prego di restituire a loro la serenità che meritano”. Questo l’invito rivolto al cantante ai mezzi d’informazione.

Marco Carta “Io arrestato Si ma sono innocente e non ho paura”

Per chiarire la sua posizione e farla sapere a milioni di italiani, Marco Carta si è rivolto al talk show condotto da Barbara D’Urso. Il cantante, lo ripetiamo, è molto legato alla conduttrice e vede in lei una figura quasi materna. Talmente vero che, nell’ottobre 2018, scelse proprio “Domenica Live” per svelare all’Italia la sua omosessualità. Fu un’intervista molto toccante, nella quale l’artista parlò della sfera privata senza peli sulla lingua. “Le cose belle spesso spaventano, ma essere libero è una sensazione impagabile. Talvolta il mio silenzio è stato profanato, non rispettato. In realtà non dovrebbe esserci niente da dire. Non deve essere un problema parlare di certe cose”. Così disse all’epoca e colse anche l’occasione per annunciare di essere fidanzato. “Voglio ringraziare la persona alla quale sono legato sentimentalmente, che mi ha aiutato molto in questa fase. Prima di fare questa scelta temevo molto la reazione delle persone fuori e, soprattutto, del mondo social. Spero che la gente accolga al meglio questa mia scelta”. Quindi, dopo averle confidato una cosa così intima, il cantante sa bene che non esiste argomento del quale non possa parlare con Barbara D’Urso. Perciò, anche ora che è finito, suo malgrado, sulle cronache italiane per un’accusa infamante, ha deciso di rivolgersi a lei.

Le parole dell’avvocato di Marco Carta

Nella sua ospitata a “Live – Non è la D’Urso”, dicevamo, Marco ha ribadito di essere totalmente estraneo ai fatti contestatigli. Anche il suo avvocato, Simone Ciro Giordano, ha ribadito che la persona da lui assistita è tranquilla, perché sicura di essere innocente. Il processo verrà celebrato il prossimo 20 settembre. Gli investigatori, intanto, stanno vagliando i video ripresi dalle telecamere di sorveglianza. Il legale spiega: “Carta non teme nulla dall’analisi delle telecamere di sorveglianza. Anzi, se escono fuori le immagini, non può che essere contento, perché lui si professa innocente”. Dunque, ora Marco Carta deve solo attendere l’esito di questa brutta vicenda. Nella difficoltà, comunque, può consolarsi di aver trovato al suo fianco un amica vera come Barbara D’Urso.