Vuoi leggere la recensione di “La fine del giorno” di Bill Clegg? “La fine del giorno” di Bill Clegg leggi la recensione

“La fine del giorno” di Bill Clegg leggi la recensione

Titolo: La fine del giorno
Autore: Bill Clegg
Genere: narrativa
Editore: Bompiani
Pagine: 336
Prezzo: Euro 20
Prezzo E-book: 12,99

Trama: Dana Goss è una donna molto ricca, quasi anziana, sola, dalla memoria che perde fuoco. Una mattina parte dalla sua casa di New York, destinazione Connecticut, con una valigetta di cuoio dagli angoli consunti stretta al petto. Che cosa c’è dentro? Perché è importante? A tratti non lo ricorda più. Ma sa che deve, deve portarla a qualcuno. Jackie Howland è una madre, una vedova, una donna che si accontenta di quello che ha.

Però è disposta a fare qualunque cosa per difendere il suo orizzonte. Lupita Lopez fa la tassista alle Hawaii: avanti e indietro dall’aeroporto agli hotel di lusso col suo carico di turisti ricchi. Parla poco, pensa molto e non risponde alle telefonate quando rischiano di riportarla a un passato con cui non vuole fare i conti.

“La fine del giorno” è un romanzo di Bill Clegg che racconta la storia di tre donne: Dana, Jackie e Lupita, tanto diverse tra loro, eppure profondamente legate. Una precisazione è d’obbligo: leggere questo romanzo non è affatto semplice, perchè è un continuo salto temporale tra un capitolo e l’altro.

Facciamo la conoscenza delle tre donne in modo molto diretto. Sebbene, dapprima, Clegg non ci racconta tutto, in quanto ama lasciare tanti punti in sospeso. Le storie di Dana, Jackie e Lupita sembrano procedere su tre linee parallele, e viene difficile pensare che le tre donne siano in qualche modo legate. E invece, pagina dopo pagina, si costruisce un legame grazie a tante vicende che ci riportano al loro passato. Un passato importantissimo per il presente e il futuro.

Lo stile di Clegg è semplice, scarno, ma chiaro e centra il punto senza fronzoli. E’ fondamentale essere concentrati per seguire tutti i legami che scopriamo nel corso della lettura. Alcune vicende e nuovi personaggi ci destabilizzano, ma allo stesso tempo ci chiariscono ancora di più i rapporti profondi tra le tre protagoniste.

“La fine del giorno” è un romanzo complesso sui legami familiari e non che ci cambiano la vita e poi non ci abbandonano. Bill Clegg ha la capacità di mettere nero su bianco i sentimenti e la quotidianità, spesso cruda e poco piacevole, togliendoci tutti i paletti che normalmente ci creiamo nei rapporti interpersonali. E’ un romanzo per chi ama i sentimenti forti che lasciano il segno.

Barbara Piergentili
(account Instagram: letture_barbariche)



“I LEONI DI SICILIA” DI STEFANIA AUCI LEGGI LA RECENSIONE