Imbucato Teatrale la recensione di “Doppio Misto”

Imbucato Teatrale la recensione di “Doppio Misto”

In scena al Teatro Golden

Una commedia divertente che interpreta il tennis come metafora della vita quella scritta, diretta ed interpretata da Danilo De Santis. Con Marco Fiorini, Milena Miconi e la giovane Giulia Todaro. In un palcoscenico trasformato in campo da tennis Giulio e Mara, genitori della promettente tennista Giulia, decidono di sostituire l’amico Armando con un allenatore più professionale. Ciò segna l’inizio di una serie di colpi di scena che si susseguono come scambi in un game tiratissimo. Finché sarà proprio la ragazzina a dare prova di maturità e di leggerezza nell’affrontare le vicissitudini della vita.

Affiatati come una vera squadra, i quattro protagonisti interpretano con ritmo elevatissimo un testo ricco di battute. Testo che, al netto di qualche debolezza iniziale, si sviluppa in un crescendo di risate. Ritagliandosi anche lo spazio per sottolineare l’incoerenza e la supponenza degli “adulti”. Divertente la galleria delle tipologie dei giocatori; piacevole il cameo di Claudio Gregori (Greg).

Maurizio Zucchetti

La recensione di “Non è vero ma ci credo”

Imbucato teatrale la recensione di “Non è vero ma ci credo”

Leo Muscato porta in scena uno dei classici di Peppino De Filippo, spostandone l’ambientazione dagli originari anni ’50 alla Napoli di Maradona, ma mantendendone intatta la carica umoristica. Il commendator Gervasio Savastano, fiorente imprenditore agricolo, è ossessionato dalla superstizione, che crede condizioni tutte le sue vicende personali e lavorative. I problemi con i dipendenti, le pene d’amore della figlia Rosina, importanti trattative e perfino il fastidioso gatto nero.

Sono secondo lui influenzati dall’osservanza di un fantomatico Regolamento. Finchè assumerà il giovane contabile Alberto Sammaria, vero portafortuna in virtù di una particolare caratteristica… Ma sarà proprio così? Il protagonista Enzo Decaro, la cui recitazione pacata ricorda molto quella dell’autore, è attorniato da un gruppo che interpretando il testo con ritmo ed ironia si diverte e diverte il pubblico. Pubblico che manifesta il suo gradimento con numerose risate.

Maurizio Zucchetti