Il nuovo bolide di CR7 e il record sui social

Il nuovo bolide di CR7 e il record sui social

da BlitzQuotidiano e Dagospia

Cristiano Ronaldo ha annunciato che è il primo personaggio al mondo ad essere seguito nei cosiddetti social da oltre 500 milioni di persone. Forse è per festeggiare questo traguardo che ha deciso di aggiungere alla sua ricca scuderia, che ha già vetture dal valore totale di decine di milioni di euro, un nuovo esemplare. Pagato la bella cifra di 8 milioni. E in grado con i suoi 1.600 cavalli di potenza di raggiungere – chissà dove – la velocità di 380 chilometri l’ora. Si tratta di una Bugatti Centodieci, prodotta in soli 20 esemplari.

Sulla quale il goleador portoghese in servizio milionario nella Juventus potrà togliersi lo sfizio di apporre un suo marchio personale. Il nome Centodieci deriva dal fatto che la Bugatti ha compiuto, già nel 2019, i suoi primi 110 anni di vita. E li ha voluti festeggiare regalandosi un modello speciale di automobile costruito sul modello della sua Chiron Sport. Una hypercar ultra esclusiva, pensata, progettata e realizzata per una cerchia ultra ristretta di clienti: i fortunati possessori non potranno essere in totale più di 20.

L’automobile sarà pronta solo nel 2022

Il fondatore della casa automobilistica, oggi sussidiaria della Volkswagen, è stato Ettore Bugatti, nato a Milano nel 1881. Un esempio in anticipo sui tempi di cervello italiano in fuga dal BelPaese. Nel 1898 costruisce la sua prima automobile, la Type 1, e nel 1901 la Tipo 2. Con la quale vince il primo premio all’Esposizione Automobilistica di Milano.

Dopo avere prodotto una serie di 12 diversi modelli di Tipo, nel 1909 Ettore Bugatti la sua casa automobilistica va a fondarla a Molsheim, nell’Alsazia allora tedesca e oggi francese. Lui non vede l’ora di potersi mettere al volante. Anche perché questa è l’auto che più di tutte le altre potrà soddisfare tutti i gusti del campione del pallone. Ma per poterlo fare Ronaldo dovrà pazientare: il nuovo “mostro” su quattro ruote arriverà nel 2022. Emergenza Covid permettendo.

JUVE CHE SUCCEDE SE AGNELLI VA ALLA FERRARI?