“Il materiale emotivo” scheda e recensioni del film

“Il materiale emotivo” scheda e recensioni del film

Distribuzione: 01 Distribution

Genere: Commedia
Anno: 2021
Regia: Sergio Castellitto
Cast: Sergio Castellitto, Bérénice Bejo, Matilda De Angelis, Nassim Lyes, Clementino, Sandra Milo, Alex Lutz
Paese: Italia, Francia, USA
Durata: 89 minuti
Voto (media ponderata): ♥♥1/2 (su 5)

La trama

E’ la storia di Vincenzo, un libraio di Parigi dedito alla ricerca di rari tomi, una passione in linea con la sua professione. A impegnare la sua giornata non sono solo i volumi d’antiquariato, ma anche la figlia paraplegica, Albertine, di cui si prende cura. La giovane a causa di un incidente, ha lasciato l’università e ha abbandonato qualsiasi forma di vita sociale, rinunciando agli amici. Inoltre, Albertine non parla più e suo padre ogni giorno cerca di spronarla, conversando con lei. Nonostante il dialogo sia univoco. Questa vita a tratti monotona e a tratti abitudinaria di Vincenzo viene sconvolta da Yolande, una giovane donna che irrompe nella sua esistenza. Come una tempesta a cui segue un meraviglioso arcobaleno…

La recensione di ComingSoon.it

Nonostante il silenzio di Albertine, però, ad appesantire il film è un eccessivo intellettualismo. Le troppe citazioni e rimandi del testo finiscono per diventare pleonastiche e si respira a pieni polmoni solo nel finale. Su Castellitto, Bejo e De Angelis interpreti niente da eccepire ma certo nessuno vedendo questo film penserebbe a Ettore Scola. Che pur trattando temi che riguardano tutti noi, a volte anche impegnativi e dolorosi, è stato anche maestro di leggiadra ironia.

Recensione di Daniela CatelliVoto: 2.5 (su 5) – Leggi la recensione completa

“Il materiale emotivo” scheda e recensioni del film – La recensione di MyMovies.it

Il rischio è quello che Il materiale emotivo sia vissuto dagli spettatori come un esercizio di stile. Poiché questa finzione manifesta e questa impollinazione incrociata fra letteratura e teatro confina la cinematografia all’interno di una componente formale, che lascia poco spazio a quel “materiale emotivo” (che peraltro lo stesso Vincenzo definisce “un ossimoro”) evocato fin dal titolo.

Recensione di Paola Casella. Voto: 2.5 (su 5)Leggi la recensione completa

La recensione di MoviePlayer.it

Riconosciamo al film una grazia che in parte lo salva dall’assenza di qualsiasi tipo di empatia con i personaggi in scena. Sergio Castellitto e Margaret Mazzantini mantengono suggestioni del soggetto originario di Ettore Scola. Resta il senso di sospensione, il malinconico adagiarsi dei protagonisti prigionieri ciascuno del proprio mondo. Peccato che il materiale emotivo del titolo sia sacrificato alla freddezza della forma.

Recensione di Elisabetta Bartucca Voto: 3 (su 5) – Leggi la recensione completa

“NO TIME TO DIE” SCHEDA E RECENSIONE DEL FILM