ESCLUSIVA – Roma Pallotta pensa ad Allegri per la panchina ma non ci sono le condizioni – Il Presidente vuole un nome ‘importante’

ESCLUSIVA – Roma Pallotta pensa ad Allegri per la panchina ma non ci sono le condizioni

La situazione in casa Roma è davvero caotica. L’addio di De Rossi e i deludenti risultati di questo finale di stagione, stanno minando non poco l’ambiente. La spaccatura tra società e tifosi è sempre più evidente, tanto che non sembra trovarsi una via d’uscita. Il no di Antonio Conte alla panchina giallorossa, datato ormai qualche settimana fa, ha gettato, come se non bastasse, pesanti ombre sui progetti futuri del club. Ombre che James Pallotta vuole assolutamente allontanare, ed è per questo che non ha mai smesso di cercare nomi importanti.

Ad Allegri piace la Roma ma ha risposto con un secco no alla proposta. Ecco perché

Gasperini è un ottimo allenatore, ma, di certo, non è il profilo giusto per infiammare i cuori dei tifosi. E così, da qualche giorno, ha provato a sondare il terreno con Massimiliano Allegri, come ci rivela una fonte a lui molto vicina. Il tecnico livornese è lusingato dalla proposta, ma la risposta è stato un secco no. Stando a quanto ci riferiscono, il mister vede troppe incognite attorno al progetto. Innanzitutto perché, attualmente, la Roma non è nemmeno certa della qualificazione in Europa League. Ammesso che riesca, com’è probabile, ad agguantare il sesto posto, dovrebbe comunque passare per i preliminari. Certo, non affronterebbe squadre impossibili, e l’accesso ai gironi sarebbe alla portata. Però, e questo Allegri lo sa bene, in campo internazionale non c’è nulla di scontato.

Massimiliano Allegri come Antonio Conte?

Il livornese, poi, è un tecnico vincente e sarebbe più propenso ad accettare un club di primissimo piano. Insomma, rivela la nostra fonte, l’ex tecnico della Juventus fa lo stesso ragionamento di Antonio Conte. Se quest’ultimo si è permesso il lusso di rifiutare la Roma, perché lui, fresco vincitore degli ultimi 5 campionati, dovrebbe accettarla? Se le condizioni non c’erano per l’ex CT, figuriamoci se ci sono per lui. Una questione d’orgoglio, insomma, da quanto ci riportano. Ma non solo. Allegri è, innanzitutto un pragmatico, e sa che lavorare in un clima incandescente come quello giallorosso è esaltante ma, allo stesso tempo, tutt’altro che facile.

ESCLUSIVA – Roma Pallotta pensa ad Allegri per la panchina ma non ci sono le condizioni – Il tecnico, per il momento, preferisce il Bayern o restare un anno fermo

Per lui, ora come ora, è meglio sondare ambienti più tranquilli e progetti societari più vincenti come quello del Bayern Monaco o del Psg. I tedeschi, al momento, sono in vantaggio, perché l’obiettivo di Max è sempre quello di vincere la Champions. Il club bavarese, in passato, c’è già riuscito, quello francese no. La differenza è tutta qui. Nel pragmatismo tipico del mister livornese. Per questo, ci conferma la nostra fonte, al momento la Roma non è un’opzione. Meglio, al limite, stare un anno fermo e poi ripartire, dove ci sono le condizioni. Quello al club giallorosso, magari, è solo un arrivederci. Ma ora è un addio.

Il Calciomante