ESCLUSIVA – La Juventus pensa in grande Guardiola o Klopp Sarri terza scelta ecco la strategia bianconera – Bel gioco e trofei

ESCLUSIVA – La Juventus pensa in grande Guardiola o Klopp Sarri terza scelta ecco la strategia bianconera

Ieri in casa Juventus si è vissuta un’altra giornata fatta di rumors e poche certezze. Anzi, a pensarci meglio, qualcosa comincia a delinearsi, perché almeno cominciamo a capire in che direzione si sta muovendo la dirigenza. Tanto per cominciare, si vuole cambiare il modo di stare in campo. Con Massimiliano Allegri, la squadra faceva un gioco poco brillante ma dal rendimento assicurato. Dalla prossima stagione, Agnelli, Nedved e Paratici invertiranno decisamente la rotta. Sempre con l’obiettivo di vincere, sia chiaro, ma stavolta sarà obbligatorio offire al pubblico uno spettacolo degno di questa gloriosa società.

Pep Guardiola balza in pole

Così si spiega il motivo per cui Andrea Agnelli ha puntato tutto su Guardiola. Ormai è chiaro: è lui il primo nome sulla lista, ma, attenzione, è bene ribadirlo, si è ancora lontani dalla chiusura dell’affare. E’ l’unico che può garantire la combinazione letale tra mentalità vincente e calcio spumeggiante. Un piacere per gli occhi, insomma, senza dimenticare la concretezza, ovvero vincere trofei. La strada che porta al tecnico spagnolo, però, è piena di insidie. La più grande si chiama Manchester City, la sua squadra attuale. Come ci aveva rivelato una nostra attendibilissima fonte, infatti, il club inglese non lo lascerà partire sin quando non avrà trovato un sostituto. Pochettino, il nome più accreditato per raccoglierne l’eredità, ieri ha fatto sapere di voler rimanere al Tottenham, ed è pronto a rinnovare il contratto. Brutte notizie per i bianconeri, dunque, anche se quelle dell’argentino potrebbero essere frasi dette per non distrarre l’ambiente dalla finale di Champions League. Ciò che è certo, comunque, è che la dirigenza della ‘Vecchia Signora’ farà di tutto per portare Pep in panchina.

ESCLUSIVA – La Juventus pensa in grande Guardiola o Klopp Sarri terza scelta ecco la strategia bianconera – Il tedesco garantisce il bel gioco ma non la vincente

Di sicuro, la Juventus non si farà trovare impreparata nel caso in cui la trattativa con Guardiola dovesse naufragare. E qui sta la vera novità della giornata di ieri. Si, perché, stando a quanto ci rivela il nostro insider, sarebbe pronta un’alternativa, se così la vogliamo definire, di lusso: Jurgen Klopp. Secondo la nostra fonte, infatti, da qualche settimana Paratici avrebbe iniziato degli abboccamenti anche col tecnico tedesco. Perché l’obiettivo è sempre quello: fare della nuova Juve una squadra che gioca un gran calcio. E’, però, sulla questione ‘mentalità vincente’ che la dirigenza nutre qualche perplessità. Il mister nato a Stoccarda, infatti, nella sua esperienza inglese non ha vinto nulla e gli unici trofei alzati risalgono ai tempi del Borussia Dortmund.

Klopp pista ‘più facile’ rispetto a Guardiola. Ecco perché…

D’altro canto, però, vanta il raggiungimento, per ben due anni consecutivi, della finale di Champions League con il Liverpool, dunque non certo un club di primissimo livello. E l’obiettivo dei bianconeri, lo sappiamo, è sollevare al cielo la ‘Coppa dalle grandi orecchie’. Per questo motivo, la prospettiva di portare Klopp alla Juventus alletta, e non poco, Paratici. Come dicevamo, però, rappresenta, al momento, soltanto una seconda scelta rispetto al sogno Guardiola. Prendere il tedesco, comunque, sarebbe ‘più facile’, in quanto nel suo contratto col Liverpool è presente una clausola da 32 milioni di euro. Basterebbe, si fa per dire, pagare quella per liberarlo e portarlo a Torino sponda bianconera.

ESCLUSIVA – La Juventus pensa in grande Guardiola o Klopp Sarri terza scelta ecco la strategia bianconera – Il tecnico napoletano porta bel gioco ma zero trofei

Se queste prime due ipotesi dovessero tramontare, ma solo allora, ci dice la nostra fonte, allora si comincerà a trattare l’obiettivo maggiormente alla portata. Maurizio Sarri, infatti, da quanto ci risulta, rappresenterebbe la terza scelta della Juventus. Anche lui sarebbe ideale per portare il bel calcio all’Allianz Stadium, ma, in quanto a trofei vinti, il suo palmares è miseramente vuoto. Per questo, negli ultimi giorni, le sue quotazioni sono scese parecchie. E c’è pure un altro motivo. Il nostro insider, infatti, ci ha rivelato che Paratici e Nedved sono rimasti negativamente colpiti dalla gestione dello spogliatoio del Chelsea. Il tecnico napoletano ha avuto rapporti tesi con quasi tutti i big dei ‘Blues’, in particolare con Eden Hazard.

La dirigenza bianconera teme possibili rapporti tesi tra Sarri e Cristiano Ronaldo

Tanto è vero che il talento belga ha già espresso la volontà di andare via da Londra, destinazione Real Madrid. Un campanello dall’allarme per la Juventus. Il calcio di Sarri, probabilmente, è più adatto a squadre con nomi non di primo piano, ma tutti disposti ad imparare calcio dal mister partenopeo. Non è il caso della rosa dei bianconeri, dove spicca il nome di Cristiano Ronaldo. Nel caso in cui il rapporto tra i due non dovesse essere ottimo sin da subito, lo spogliatoio si spaccherebbe. Un’ipotesi che, ovviamente, la dirigenza vuole evitare in ogni modo.

Simone Inzaghi si allontana: è troppo simile ad Allegri

All’ultimo posto della lista, c’è Simone Inzaghi. Ne dobbiamo parlare, perché qualche residua speranza di sedere sulla panchina bianconera gli è rimasta. Per i dirigenti della Juventus, secondo la nostra fonte, è più bravo di Sarri a gestire lo spogliatoio e, rispetto al tecnico napoletano, ha già portato a casa due trofei alla guida della Lazio. I biancocelesti, inoltre, non sono un top club (le coppe vinte lì valgono doppio) e, oltretutto, ha iniziato la carriera di allenatore professionista appena tre anni fa. C’è da dire, però che, a livello di gioco, ricorda molto Allegri, perché punta tutto sull’organizzazione maniacale del contropiede. Insomma, niente calcio champagne, ma pragmatismo e vittorie. Non proprio ciò che la ‘nuova’ Juve sta cercando. Sul tecnico piacentino ci sono anche Milan e Siviglia. Più probabile che vada in una di queste due destinazioni.

Il Calciomante