Vuoi leggere la recensione di “Ellie all’improvviso” di Lisa Jewell? “Ellie all’improvviso” di Lisa Jewell leggi la recensione

“Ellie all’improvviso” di Lisa Jewell leggi la recensione

Titolo: Allie all’improvviso
Autore: Lisa Jewell
Genere: Thriller
Editore: Neri Pozza
Pagine: 304
Prezzo: Euro 18
Prezzo E-book: 9,99

Trama: Laurel Mack ricorda bene com’era la sua vita dieci anni prima, quando aveva tre figli anziché due. Un accumulo di faccende da sbrigare, crucci e bollette scadute. Una vita che, con il senno di poi, le appare assolutamente perfetta. Perché una mattina, sua figlia Ellie, la figlia prediletta, quella con cui andava maggiormente d’accordo e di cui era più orgogliosa, era uscita di casa e non era più tornata.

Dieci anni dopo, Laurel sta provando a fare i conti con questa incomprensibile verità. Paul, il suo ex marito, ha una nuova compagna. I suoi due figli, Hanna e Jake, sono andati a vivere altrove. Tutti sembrano andare avanti, tutti sembrano essersi fatti una ragione della scomparsa di Ellie, tranne lei. Finché un giorno, in un bar, la sua attenzione viene catturata da un affascinante sconosciuto.

“Ellie all’improvviso” è un thriller di Lisa Jewell che racconta ls toria di Laurel, una donna che cerca di fare i conti con la scomparsa di sua figlia Ellie. Ma, in fin dei conti, non fa altro che sopravvivere.

C’è da dire che già la definizione di thriller va un po’ stretta, perché la Jewell non ha scritto un thriller classico, dove il lettore viene accompagnato fino alla fine per scoprire il colpevole. Qui è tutto molto angosciante e il colpevole lo si intuisce quasi subito. Ma quello che interessa alla scrittrice è la parte psicologica che porta a compiere determinati gesti.

Molto interessante, poi, il narrare lo stesso evento da diversi punti di vista. La prima parte scivola via forse anche un po’ stancamente. Complice lo stile della Jewell, molto lineare e scorrevole. La parte finale, invece, con l’introduzione del punto di vista del colpevole, è un continuo crescendo. L’angoscia che è sin dall’inizio presente, qui arriva a toccare l’apice.

Ci sentiamo angosciati nel leggere certe confessioni, riusciamo a provare le stesse paure. Unica nota stonata è il finale. Siamo stati travolti dalla vicenda, abbiamo sofferto con i personaggi e poi si arriva a una sorta di lieto fine stile fiction, che stona veramente tanto.

“Ellie all’improvviso” è un buonissimo thriller che coinvolge fino alla fine. Ovviamente nel corso della lettura viene da pensare a come reagiremmo trovandoci nella stessa situazione (speriamo mai!). Anche se il finale fa storcere un po’ il naso, per come la Jewell è riuscita a tenerci incollati alle pagine è una lettura consigliatissima.

Barbara Piergentili
(account Instagram: letture_barbariche)

“LA META’ SCOMPARSA” DI BRIT BENNETT LEGGI LA RECENSIONE