Dybala le dichiarazioni del fratello spingono Allegri via dalla Juventus? – Agnelli vuole ricucire il rapporto con Nedved e Paratici

Dybala le dichiarazioni del fratello spingono Allegri via dalla Juventus?

Come vi avevamo anticipato, l’incontro tra Allegri e la dirigenza bianconera, previsto per ieri, non è andato in scena. Ciò non vuol dire, comunque, che le parti in causa non abbiano avuto contatti, anzi, il dialogo è praticamente ininterrotto. Se il faccia a faccia con Agnelli è stato rimandato, ci dicono le nostre fonti, è solo perché il Presidente vuole prima trovare una posizione comune con Nedved e Paratici. Missione non semplice, perché le opinioni sono molto distanti tra loro. Come vi avevamo già detto, l’ex centrocampista vorrebbe il ritorno di Conte, mentre il DS sogna di convincere Guardiola.

Agnelli considera ancora Allegri il miglior allenatore (disponibile) su piazza

Agnelli, dal canto suo, cerca di mediare: non vorrebbe privarsi di Allegri, che considera ancora il miglior tecnico (disponibile) su piazza. Alternative ‘minori’ come Mihajlovic, Gasperini e Simone Inzaghi non lo convincono, perché considerati ancora acerbi per una panchina prestigiosa come quella bianconera. Dunque, il Presidente, anche in queste ore, sta spingendo per la conferma del mister livornese. A complicare i suoi piani, però, sono intervenute le dichiarazioni del fratello/manager di Dybala. Quest’ultimo ha praticamente messo sul mercato ‘La Joya’, a suo dire completamente oscurato dalla presenza di CR7. E poi c’è il rapporto conflittuale proprio col tecnico.

Dybala le dichiarazioni del fratello spingono Allegri via dalla Juventus? – In queste condizioni vendere (bene) ‘La Joya’ sarebbe difficilissimo

Se Allegri dovesse essere confermato, ha proseguito il fratello del numero 10, sarebbero molti i musi lunghi nello spogliatoio della Juventus. Questo fatto, tra l’altro, ve lo avevamo già anticipato nel nostro articolo di ieri. Dunque, insistono le fonti a nostra disposizione, la posizione dell’attuale allenatore è quanto mai in bilico. Una sua riconferma, infatti, sancirebbe una spaccatura profonda nello spogliatoio. Inoltre, un Dybala scontento e voglioso di cambiare aria, sarebbe difficile da piazzare sul mercato a cifre importanti. E la Juventus non può e non vuole permettersi di deprezzare uno degli elementi migliori in rosa.

Agnelli sta riflettendo molto sulla posizione di Allegri

Ecco perché, ci assicurano, le riflessioni di Agnelli sulla posizione di Allegri, nelle ultime ore, si sarebbero fatte più intense. Il problema del sostituto, comunque, esiste e non è di facile soluzione. Il Presidente si prenderà tutto il tempo necessario per la scelta, che potrebbe essere comunicata in serata o anche più in là. Non c’è fretta, perché la situazione è molto delicata e qualsiasi decisione va ponderata fino in fondo. Conte, nel frattempo, resta in attesa. Non ha ancora firmato per l’Inter e non lo farà sin quando l’ipotesi di un ritorno a Torino non sarà tramontata del tutto. Del resto, non è un mistero che quella bianconera sia per il mister leccese la prima scelta.

Per Agnelli, al momento, non esistono alternative ad Allegri

Al momento, però, Agnelli non vuol sentir parlare né di lui, né di Guardiola, né di Pochettino, né di Deschamps. Per lui la priorità, per ora, è chiarire la situazione con Allegri, anche se le parole del fratello di Dybala lo hanno spiazzato e messo in difficoltà. Almeno così ci dicono le nostre fonti. La sensazione è che, però, alla fine, il pragmatismo tipico di casa Juventus avrà la meglio su tutto. Se, in queste ore, si troverà una maniera per ricucire lo strappo tra il tecnico e lo spogliatoio, allora si andrà avanti con lui. Altrimenti partirà la caccia (sul serio) ad un sostituto all’altezza. Che però, ad oggi, per Agnelli, non esiste.

Il Calciomante