Coronavirus Cristiano Ronaldo Georgina finisce nella bufera

Coronavirus Cristiano Ronaldo Georgina finisce nella bufera

da sport.virgilio.it

Georgina Rodriguez aspramente criticata in Portogallo dopo quanto sarebbe successo alcuni giorni fa. La fidanzata dell’attaccante della Juventus Cristiano Ronaldo sarebbe stata immortalata dai paparazzi in pieno centro a Funchal. Questo nonostante il monito delle autorità portoghesi, che invitano la popolazione a restare a casa.

Secondo quanto riportato dai giornali lusitani, ripresi dal Corriere della Sera, Georgina, accompagnata da alcuni membri della sicurezza, stava facendo shopping. Immediata la bufera sui social. Il presunto gesto ha fatto molto discutere anche perché Ronaldo si trova attualmente in auto isolamento sull’isola di Madeira. Dopo i casi di positività al Coronavirus dei compagni di squadra Daniele Rugani e Blaise Matuidi.

L’appello della modella sui social

E tutto questo sarebbe avvenuto poche ore l’appello della modella sui social: “Sto guardando l’orizzonte dalla mia finestra – aveva scritto -. Ho ricordato questa bellissima immagine del servizio fotografico della rivista Grazia. Nei momenti difficili persisti, abbi fede e cerca il lato positivo delle cose”, sono le parole rivolte agli oltre 17 milioni di utenti che seguono il suo profilo.

“È un buon momento per riflettere, dare valore e ringraziare per quello che abbiamo. L’importanza delle piccole cose e stare con la famiglia. La salute è la cosa più importante. Siamo in buona salute“, ha poi scritto Georgina. “Coraggio a tutti coloro che lottano contro il virus. I nostri migliori auguri di guarigione. Lontani ma sempre uniti”, ha concluso.

Ronaldo non ha mai smesso di allenarsi nella sua abitazione di Madeira. Grazie all’attrezzatura della sua grande palestra, e la piscina privata a disposizione, CR7 cerca di mantenersi in forma, lavorando da solo. Il rientro alla Continassa è ancora un’incognita, dipenderà dagli sviluppi dell’emergenza Coronavirus.

UEFA STOP A CHAMPIONS ED EUROPA LEAGUE SLITTA ANCHE L’EUROPEO LA RESA TARDIVA DEL PALLONE