Calciomercato Inter Juventus Marotta furioso con Conte ora Spalletti può restare e Allegri aspetta – L’AD nerazzurro non ha gradito l’incontro tra l’ex CT e Nedved

Calciomercato Inter Juventus Marotta furioso con Conte ora Spalletti può restare e Allegri aspetta

L’incontro avvenuto ieri tra Pavel Nedved e Antonio Conte non è stato affatto gradito, per usare un eufemismo, da Marotta. L’amministratore delegato dell’Inter pensava di aver convinto pienamente il tecnico leccese. Il tentennamento di quest’ultimo nel firmare il contratto, invece, sta cominciando ad infastidire il dirigente nerazzurro. Stando a quanto ci ha riportato da una fonte molto attendibile, nel pomeriggio di ieri proprio Marotta ha avuto un contatto telefonico con l’ex CT. Un dialogo molto acceso, ma mai degenerato, nel quale l’AD ha ribadito al mister che l’Inter non può e non deve essere una seconda scelta.

Marotta non vede Conte pronto ad accettare l’Inter e allora Spalletti potrebbe restare

Per convincere Suning, infatti, Marotta sta mettendo in gioco tutta la sua figura professionale. Soprattutto, sarebbe pronto a sacrificare Spalletti, tecnico che ha imparato a stimare e, soprattutto, ha praticamente raggiunto l’obiettivo piazzamento in Champions. Chiaro che Conte rappresenterebbe un indubbio salto di qualità, ma l’onore e la rispettabilità del club nerazzurro, per Marotta, vengono prima di tutto. Inoltre, particolare da non sottovalutare, un divorzio anticipato dal tecnico di Certaldo sarebbe molto oneroso per le casse del club. Anche il nuovo contratto da far firmare al nuovo mister, poi, conterebbe cifre di certo non banali (si parte da una base di dieci milioni annui).

Marotta chiede a Conte di velocizzare i tempi per accettare, altrimenti salta tutto

Insomma, nella telefonata di ieri, riporta ancora la nostra fonte, Marotta ha chiesto a Conte di velocizzare i tempi della risposta. L’allenatore, dal canto suo, non ha fretta e vi abbiamo spiegato ieri perché. La Juventus per lui è la prima scelta, lo è sia per motivi tecnici (la rosa a disposizione sarebbe di qualità superiore) ma anche, e forse soprattutto, di cuore. Ecco perché Marotta, nelle ultime ore, si starebbe convincendo a trattenere Spalletti. L’attuale tecnico, del resto, pur tra mille difficoltà, non ha fatto poi male e, particolare non trascurabile, ha sempre dimostrato attaccamento alla causa. L’amministratore delegato, insomma, vuol far partire il progetto da gente motivata. E, attualmente, non vede il mister leccese pienamente convinto, nonostante la proposta nerazzurra sia molto allettante.

Calciomercato Inter Juventus Marotta furioso con Conte ora Spalletti può restare e Allegri aspetta – Anche in casa bianconera la situazione è complicata

Chiaramente, i contatti tra Marotta e Conte proseguiranno nelle prossime ore e saranno molto intensi. Il dirigente vuole capire se esistano i margini per ricucire, altrimenti, come detto, punterà ancora su Spalletti. Dunque, l’ex CT azzurro aspetta la Juventus. Ma anche lì, la situazione è tutt’altro che chiara. Pavel Nedved sta provando, anche in queste ore, ci assicura una fonte vicina ai bianconeri, a convincere Agnelli a far pace con Conte. Il Presidente, però, vuole prima parlare con Allegri. A suo giudizio, infatti, l’attuale mister non merita di essere scaricato senza prima avere un chiarimento faccia a faccia. Il tecnico toscano vorrebbe proseguire la sua avventura a Torino e lo ha ribadito anche ieri in conferenza stampa.

Allegri vuole rimanere alla Juventus, ma attende l’incontro con Agnelli

Nel consueto incontro coi giornalisti, Allegri ha fatto capire senza troppi giri di parole di non aver gradito di essere stato messo in discussione. Non dopo tutti i titoli vinti e i traguardi raggiunti alla guida della Juventus. Il faccia a faccia con Agnelli servirà proprio a chiarire i rapporti. Se rimarrà, vorrà farlo a pieno titolo, magari con adeguamento di contratto, sia per durata sia a livello economico. Il Presidente, in queste ore, sta riflettendo. Le alternative sono o troppo costose (Guardiola, Pochettino) o poco convincenti (Mihajlovic, Gasperini e Giampaolo). L’unico davvero in lizza, insomma e Conte, ma su questa ipotesi abbiamo già detto abbastanza. Insomma, chissà se per le panchine di Juventus e Inter non valga il detto di gattopardiana memoria: “Se vogliamo che tutto rimanga come è, bisogna che tutto cambi”.

Il Calciomante