Calciomercato Fiorentina Pavoletti se va via Simeone

Calciomercato Fiorentina Pavoletti se va via Simeone

Prima di muoversi sul calciomercato in entrata, la nuova dirigenza della Fiorentina in questi giorni sta facendo le sue valutazioni sulla rosa attualmente a disposizione del tecnico Vincenzo Montella. Fra i giocatori in bilico c’è, secondo quanto riporta ‘Il Corriere dello Sport’, anche il figlio d’arte Giovanni Simeone. Reduce da una stagione negativa in maglia viola, in cui ha collezionato soltanto 8 goal in 40 presenze complessive.

Il tecnico e il D.s. Pradè faranno le loro valutazioni sul giocatore, bilanciando pro e contro. E alla fine prenderanno una decisione definitiva sul suo futuro. Dalla sua parte pesano le prime 2 stagioni in Italia, chiuse entrambe in doppia cifra realizzativa. 13 goal totali con il Genoa più 2 assist, 14 nel suo primo al Franchi con 11 assist. Di contro invece c’è il rendimento dell’ultima stagione, che non lo ha visto esprimersi ai suoi livelli.

La società riflette sul da farsi e nel caso in cui il centravanti argentino dovesse partire ha già individuato il potenziale sostituto. Ovvero quel Leonardo Pavoletti capace di realizzare 18 goal complessivi nell’ultima stagione con il Cagliari fra campionato e Coppa Italia. E che potrebbe anche fare da chioccia ai giovani talenti emergenti come il Millennial Vlahovic.

Più defilata al momento la pista Francesco Caputo. Con l’Empoli, proprietario del cartellino, che ha rivelato per bocca del suo presidente Corsi i avere definito un accordo con un club. Probabilmente il Parma.

Calciomercato Juventus Chiesa al braccio di ferro con la Fiorentina

La finale del Calcio Storico a Firenze in Piazza Santa Croce è stata l’occasione giusta per Rocco Commisso di ribadire una posizione nota da tempo. Federico Chiesa non si muoverà dalla Fiorentina, almeno quest’anno.

Il patron italo-americano non vuole creare malcontentento tra i tifosi: come prima scelta importante. Un addio del figlio d’arte sarebbe visto alla pari di un affronto dal popolo viola che non digerirebbe un approdo ai rivali della Juventus. Come accaduto diversi anni fa con Roberto Baggio e nel 2017 con Federico Bernardeschi.

Eppure la volontà di Chiesa è chiara a tutti: con i bianconeri è d’accordo su un quinquennale da 5 milioni netti a stagione. Il muro contro muro con la società è più che probabile, come riportato da ‘La Gazzetta dello Sport’.

L’atteso incontro con Commisso dopo l’eliminazione dagli Europei Under 21 non c’è stato e probabilmente non avverrà prima della fine delle vacanze post-stagione. Se non dovessero esserci novità, il classe 1997 dovrà presentarsi al ritiro di Moena attorno al 15 luglio, non si sa se da separato in casa o meno.

Dal canto suo, la famiglia Chiesa conta su una presunta promessa strappata alla famiglia Della Valle in merito a un trasferimento altrove dopo il 30 giugno. Ipotesi ‘smentita’ con un comunicato apparso poco prima dell’ufficialità della cessione a Commisso.

Inoltre il braccio destro del presidente, Joe Barone, non ha trovato documenti ufficiali che attestino accordi del genere. Sul piatto sono due le opzioni. Accettare l’evidenza e consentire il passaggio alla Juventus o rimandare alla scadenza naturale del contratto, nel 2022. Senza mezze misure.

‘La Vecchia Signora’ segue con interesse la vicenda ed disposta ad attendere Chiesa fino a metà agosto.