Calcio e diritti tv, rilancio di Sky per bloccare Dazn: 505 milioni subito

Calcio e diritti tv, rilancio di Sky per bloccare Dazn: 505 milioni subito

Fonti: Matteo Vinci e Franco Vanni per “La Repubblica” e Dagospia

Due lettere, a distanza di poche ore una dall’ altra. L’ assemblea di Serie A oggi ripartirà da qui, dal duello tra Dazn e Sky per i diritti televisivi del campionato italiano per il prossimo triennio. Sette società, ieri mattina, hanno sottoposto al presidente della Lega Paolo Dal Pino un documento. Che chiedeva di porre oggi, «senza indugio, in votazione l’ assegnazione dei diritti audiovisivi del campionato di Serie A».

A firmare la lettera, Atalanta, Fiorentina, Inter, Juve, Lazio, Napoli, Verona. Pareva il colpo di grazia alla resistenza: una mossa del gruppo che ha scelto Dazn e che vuole concludere in fretta l’ affare. Che garantirà alla Lega l’ incasso di complessivi 910 milioni, di cui 840 proprio dalla tv in streaming per trasmettere tutto il campionato via internet (con 7 partite in esclusiva). Nelle due pagine della lettera, il gruppo dichiara anche l’ altro obiettivo che lo ha coeso. Ovvero, cancellare l’ ipotesi di una media company con i fondi d’ investimento. L’accordo quadro infatti «non ha trovato il consenso con maggioranza qualificata » e «questa opportunità di sviluppo non è allo stato più praticabile».

Un rilancio voluto direttamente dalla casa madre negli States

Ma mentre la lettera incendiava la spaccatura e forse indeboliva la resistenza, ai 20 presidenti e ai vertici della Lega Serie A ne è arrivata un’ altra. Che ha in qualche forma rimescolato le carte, perché racchiudeva un “rilancio” di Sky, che ha messo sul piatto mezzo miliardo da incassare in tre giorni. «Se accetterete la nostra offerta – il senso della lettera -verseremo entro tre giorni la rata residue della scorsa stagione (sul contenzioso dovrà decidere il Tribunale di Milano) di 130 milioni. Più il 50% dell’ offerta da 750 milioni per la prossima stagione.

Un rilancio voluto direttamente dalla casa madre negli States che metterebbe a disposizione 505 milioni totali. Complicato sarebbe distribuirlo, visto che è impossibile stabilire chi giocherà il prossimo campionato. E Sky sarebbe pronta anche ad alzare offerta per diritti di archivio se legata all’ acquisto dei diritti correnti: altri soldi subito. Quanto basta per riaprire un discorso che a mezzogiorno pareva chiuso in favore di Dazn. E a offrire un ultimo appiglio agli 8 club che a Dal Pino hanno chiesto, sempre per iscritto, di non votare.

IL NUOVO BOLIDE DI CR7 E IL RECORD SUI SOCIAL