Vuoi leggere la recensione di “Binti” di Nnedi Okorafor? “Binti” di Nnedi Okorafor leggi la recensione

“Binti” di Nnedi Okorafor leggi la recensione

Titolo: Binti
Autore: Nnedi Okorafor
Genere: Fantascienza
Editore: Oscar Fantastica Mondadori
Pagine: 464
Prezzo: Euro 17
Prezzo e-book: Euro 9,99

Trama: Binti Ekeopara Zuzu Dambu Kaipka di Namib è una ragazza di etnia Himba, talmente brava in matematica e nella tecnica dell’astrolabio da venire selezionata per frequentare la prestigiosa Oomza University. E l’occasione della vita e così, nonostante la contrarietà della sua famiglia, e le radicate tradizioni della sua terra. Binti fugge dal villaggio in cui vive e si imbarca sulla Terzo Pesce per intraprendere il viaggio interstellare verso Oomza. Ma tutto cambia quando le Meduse, feroci creature belligeranti, attaccano il veicolo che la ospita. Uccidono l’equipaggio, i passeggeri, si salva solo lei. Binti scopre che dietro la loro storia, e la guerra che hanno scatenato contro i Khoush, si nasconde molto più di quanto non appaia.

“Binti” di Nnedi Okorafor (disponibile in libreria dal 1 ottobre 2019) racconta la storia di questa giovane ragazza che cerca sin dall’inizio di trovare un suo posto nell’universo. Fortemente radicata nella sua terra, sente il bisogno di andare oltre, di capire fin dove può spingersi. La scrittrice caratterizza in ogni sua sfumatura Binti e il lettore empatizza subito con la protagonista.

Pur essendo una storia di fantascienza è molto vicina al mondo reale, dove il diverso viene visto sempre come il debole da sottomettere perchè inferiore. E Binti lo vive sulla sua pelle sin dall’inizio, ma seppur colpita lei è fieramente Himba e questo le dà la forza di andare oltre. La storia è suddivisa in 4 racconti brevi: “Binti”, “Il fuoco sacro”, “Ritorno a casa” e “La maschera della notte”.

In tutta la storia Binti è fiera delle sue origini, ma sin dall’inizio tutto viene messo in discussione. La protagonista subirà molti cambiamenti e iniziazioni che la trasformeranno in una vera eroina, una donna matura e sempre più consapevole delle sue possibilità. La Okorafor ha trasmesso alla protagonista tutto il suo orgoglio, la sua rabbia per le ingiustizie. Ha trattato in modo diretto degli argomenti attualissimi e ha lasciato ottimi spunti di riflessione.

“Binti” di Nnedi Okorafor è un ottimo libro soprattutto per la splendida commistione tra la fantascienza e la millenaria cultura africana. Certo il genere potrebbe bloccare un lettore che solitamente lo evita, ma sarebbe un errore. Perchè l’opera di Okorafor va oltre qualsiasi catalogazione. E’ un’opera attualissima, si parla di emancipazione femminile, senza stereotipi e frasi fatte. Ma si parla anche dell’odio tra essere viventi solo perchè diversi senza spesso ricordarsi o sapere come sia cominciato tutto. Binti racconta dell’università dove tutti sono solo studenti senza diversità mentre “…sulla terra era tutto l’opposto…”.

Barbara Piergentili

“STORIA DEL NUOVO COGNOME” DI ELENA FERRANTE LEGGI LA RECENSIONE