Vuoi leggere la recensione di “Avanti parla” di Lidia Ravera? “Avanti parla” di Lidia Ravera leggi la recensione

“Avanti parla” di Lidia Ravera leggi la recensione

Titolo: Avanti parla
Autore: Lidia Ravera
Genere: narrativa
Editore: Bompiani
Pagine: 352
Prezzo: Euro 18
Prezzo E-book: 11,99

Trama: Giovanna ha i capelli bianchi, però lunghissimi e folti. Vive in un bell’appartamento che guarda il fiume, nel centro di Roma, ma è un’operaia in pensione. Le sue giornate si susseguono uguali e attente fra la musica che ascolta per dimenticarsi di se stessa e i romanzi che legge per rispecchiarsi nelle vite degli altri. Ha pagato il suo debito con la giustizia, Giovanna, ma se hai un’anima come la sua la punizione non basta mai.

Un silenzio che va in mille pezzi quando nell’appartamento accanto al suo arriva, anzi, irrompe una famiglia di beniamini degli dei. Michele, musicista svagato, Maria, bellissima e sempre un po’ spogliata, Malcolm, tredicenne impegnato a salvare il pianeta, e Malvina, tre anni di pura gioia.

“Avanti parla” è l’ultimo romanzo di Lidia Ravera. Racconta la storia di Giovanna, un’ex terrorista che, dopo un’esistenza nel più completo isolamento, torna a vivere grazie a una giovane famiglia. Di Giovanna si sa poco, e la donna decide di scrivere un diario per raccontare e raccontarsi come le è cambiata la vita.

Dopo aver pagato con il carcere gli sbagli di gioventù, la donna decide di ‘sparire’ dalla quotidianità. Si rinchiude in casa e viaggia solo leggendo i numerosi libri presenti in casa. Non ha e non vuole interazioni con il mondo esterno. Un’ulteriore punizione per il suo passato ingombrante.

Questa sua sopravvivenza viene interrotta dalla burrasca chiassosa della giovane famiglia che affitta l’appartamento accanto. Michele e Maria sono giovani amanti della vita, l’esatto opposto di Giovanna e subito ne viene travolta. Ma i veri artefici della rinascita sono i due figli della coppia: Malcolm e Malvina.

Malcolm è un adolescente atipico, non lontano dalla Giovanna giovane. Un ragazzo impegnato, che vorrebbe salvare e cambiare il mondo. Malvina, invece, è un piccolo concentrato di allegria e dolcezza, che farà capitolare la granitica e all’apparenza arida Giovanna. La Ravera ha uno stile di scrittura pulito, che coinvolge sin dalle prime parole.

Quando si prende in mano il libro, ci immergiamo nel mondo della protagonista e ne veniamo risucchiati. E’ impossibile smettere di leggere, complice anche la presenza di Malvina. Si, perchè, pur essendo solo una bimbetta è proprio grazie a lei che noi possiamo conoscere il passato di Giovanna. Tanti flashback, ben posizionati nel corpo del romanzo, ci raccontano il passato della protagonista e il tutto è funzionale alla storia.

L’idea di narrare ogni evento attraverso l’escamotage del diario della protagonista rende più umano e coinvolgente il racconto. Perchè non è una storia vista da un esterno, quindi asettica, ma è un continuo ricordare, emozionarsi, nascondersi, tanto che il lettore si sente parte dell’esposizione.

“Avanti parla” è un romanzo che però non porta solo a un ricordo, ma è l’inizio di una rinascita. E’ un bel ritratto di una donna che ha vissuto nel periodo più tormentato della recente storia d’Italia, che, però, si trova nel presente. La resa dei conti arriva, ma non sarà una condanna.

Barbara Piergentili
(account Instagram: letture_barbariche)

“NON PARLARE” DI UZODINMA IWEALA LEGGI LA RECENSIONE