“Ariaferma” scheda e recensioni del film

“Ariaferma” scheda e recensioni del film

Distribuzione: Vision Distribution

Genere: Drammatico
Anno: 2021
Regia: Leonardo Di Costanzo
Cast: Toni Servillo, Silvio Orlando, Fabrizio Ferracane, Salvatore Striano, Roberto De Francesco
Durata: 117 minuti
Paese: Italia, Svizzera
Voto (media ponderata): ♥♥♥♥ (su 5)

La trama

Il film è ambientato in un carcere in via di dismissione, dove sono rimasti soltanto qualche agente e pochissimi reclusi. Il piccolo gruppo di detenuti attende di essere trasferito in una nuova prigione. Ma giorno dopo giorno l’attesa li porta a dare sempre meno importanza alle regole, che sembrano non avere più valore. I prigionieri si ritrovano a formare una nuova comunità, seppur molto fragile…

La recensione di ComingSoon.it

Volti e interpreti perfetti (ci sono anche Fabrizio Ferracane, Salvatore Striano, Leonardo Capuano e molti altri ancora). Sceneggiatura precisa. Un raro equilibrio narrativo essenziale ma carico di senso ed emozione. Un uso della macchina da presa che, senza inutili virtuosismi, è capace di raccontare il carcere – quel carcere, ma forse anche l’idea stessa del carcere – in maniera ruvidamente realistica. Rendendolo al tempo stesso un altrove astratto e indefinito, vagamente da incubo. Chiusi in quella bolla spazio-temporale, in uno strano e forzato panopticon, i protagonisti di Ariaferma rimangono separati da sbarre spesso invisibili. Ma al tempo stesso imparano progressivamente a lasciare che quella divisione si faccia permeabile, liquida, mobile.

Recensione di Federico GironiVoto: 4.5 (su 5) – Leggi la recensione completa

“Ariaferma” scheda e recensioni del film – La recensione di MyMovies.it

Sostenuto da una colonna sonora musicale di tutto rispetto di Pasquale Scialò, Di Costanzo compie un’operazione di accerchiamento fisico e psicologico dei suoi personaggi (le celle sono in una rotonda). Portandone progressivamente in evidenza le sfumature psicologiche. Al centro finiscono con il trovarsi l’ispettore Gaetano Gargiulo di Servillo e il detenuto Carmine Lagioia di Orlando. Ma questo non deve trarre in inganno perché il film è un’opera corale in cui ogni dettaglio è curato con attenzione e partecipazione.

Recensione di Giancarlo Zappoli. Voto: 4 (su 5)Leggi la recensione completa

La recensione di MoviePlayer.it

Non possiamo che ribadire le sensazioni positive lasciateci dal lavoro di Leonardo Di Costanzo presentato Fuori Concorso a Venezia 2021. Grazie anche ai due protagonisti Toni Servillo e Silvio Orlando, ma non affidandosi soltanto a loro. L’autore ci immerge in una situazione di sospensione e attesa in cui regole e diffidenze sfumano. Creando una sovrapposizione tra mondi distanti costretti a convivere.

Recensione di Antonio Cuomo Voto: 3.5 (su 5) – Leggi la recensione completa

BABY BOSS 2” SCHEDA E RECENSIONE DEL FILM