Alessandro Covi vince la 20a tappa del Giro d’Italia 2022

Alessandro Covi vince la 20a tappa del Giro d’Italia 2022

da rainews.it

Capolavoro di Alessandro Covi sulla Marmolada. Il corridore dell’UAE Emirates ha vinto in solitaria la 20a tappa del Giro d’Italia, la frazione da Belluno alla Marmolada di 168 km, precedendo Domen Novak e Giulio Ciccone, rispettivamente secondo e terzo. Il ciclista italiano è scattato sulla penultima salita, il Pordoi, per poi involarsi da solo verso il traguardo.

Jai Hindley, con un attacco nel finale della tappa, in prossimità del Passo Fedaia (Belluno), ha sfilato la maglia rosa di dosso all’ecuadoriano Richard Carapaz, ipotecando la vittoria del 105° Giro.

In classifica generale Hindley ha un vantaggio di 1’25” su Carapaz e 1’51” sullo spagnolo della Bahrain Victorious, Mikel Landa. “Questa è la maglia più bella del ciclismo, è un privilegio e un onore indossarla di nuovo su una strada così piena di difficoltà. È una sensazione incredibile”, dice Hindley. “Avevamo un programma e siamo rimasti su quello – aggiunge l’australiano della Bora-Hansgrohe – la squadra ha fatto di tutto per me, ben oltre ogni aspettativa”.

Domani il gran finale a Verona, con la 21a frazione, una cronometro individuale lunga 17,4 chilometri.

Hindley è la nuova maglia rosa

da gazzetta.it

La Marmolada sorride ad Alessandro Covi e regala una fetta di Giro d’Italia all’australiano Jai Hindley. Il 23enne è il quarto vincitore di tappa italiano in questo Giro dopo i colpi di Dainese, Oldani e Ciccone. Il corridore dell’Uae Emirates è tornato al successo dopo un avvio di stagione che lo aveva visto conquistare la Vuelta Murcia e una tappa alla Vuelta Andalucia, oltre a un terzo posto al Trofeo Laigueglia. Nell’ultima tappa di montagna (Belluno-Marmolada di 168 km) Covi è entrato nella fuga a 15 di giornata prima di salutare la compagnia sul Pordoi – con i suoi 2239 metri è la Cima Coppi di questo Giro – e di difendersi sulla Marmolada dal ritorno prepotente di Novak (Bahrain Victorius). Terzo Giulio Ciccone (Trek Segafredo).

PER LA CLASSIFICA— Gli ultimi chilometri della tappa hanno anche stravolto gli equilibri di classifica. Tra gli uomini in fuga c’era il tedesco Kämna che prima si è fatto sfilare, si è accodato ai big di classifica e poi ha aiutato il compagno di squadra Hindley nell’attacco a 2 km dall’arrivo. Carapaz non ha risposto all’attacco, anzi ha subito il colpo. Sulla sua ruota è rimasto Kämna, mentre lo spagnolo Landa si è fatto staccare per poi rientrare e andare via allo stesso Caparaz nell’ultimo chilometro. La classifica generale dunque, cambia leader prima dell’ultima cronometro di Verona. La maglia rosa è sulle spalle di Jai Hindley, che ora ha 1’25” di vantaggio su Carapaz e 1’51” su Landa. Quarto posto per Nibali a 7’57”.

LEGGI L’ARTICOLO ORIGINALE (RAINEWS.IT)

LEGGI L’ARTICOLO ORIGINALE (GAZZETTA.IT)

SINNER AL TERZO TURNO DEL ROLAND GARROS 2022 BATTUTO CARBALLES BAENA